RSS

Archivi tag: Web

Sempre più giovani miopi, colpa di web e vita al chiuso

Mal di testa ricorrenti, tendenza a strizzare gli occhi e fastidio di fronte a fonti di luce, sono circa 15 milioni le persone miopi in Italia e il problema è in forte aumento, soprattutto tra i giovanissimi, tanto che oltre due ragazzi su 10, già a 15 anni, ne sono colpiti. Colpa delle troppe ore passate al chiuso e di fronte allo schermo del cellulare o al monitor del pc. Ma in molti casi, con qualche accorgimento, si potrebbe prevenire o ritardarne la progressione. E’ quanto spiegano gli esperti, in occasione della Giornata Mondiale della Vista, che si celebra l’11 ottobre, per riaffermare l’importanza di un bene molto prezioso ma spesso dato per scontato. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 ottobre 2018 in Salute e Benessere

 

Tag: , , , , , , ,

Gli Hikikomori del web, le giovani generazioni rinchiuse in una stanza

Il termine giapponese “Hikikomori” significa “stare in disparte, isolarsi”, ed è in esso che trova radice la cosiddetta sindrome di Hikikomori che descrive un quadro clinico riguardante soprattutto gli adolescenti maschi dipendenti dal web che scappano dalla vita reale per rifugiarsi in un uso smodato del mondo di internet. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Giovani italiani malati di internet

giosmartphAdolescenti perennemente connessi in rete e genitori che non sono consapevoli dei rischi corsi dai propri figli sul web. Questa la fotografia emersa dall’indagine “Tempo del web. Adolescenti e genitori online”, realizzata da SOS Il Telefono Azzurro Onlus. La ricerca è stata realizzata intervistando un campione di ragazzi dai 12 ai 18 anni e di genitori dai 25 ai 64 anni. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 febbraio 2016 in Mondo giovanile

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Collaboratori sul web

CERCHIAMO COLLABORATORI ESCLUSIVAMENTE SUL WEB SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE PER NUOVO PROGETTO. CI ATTENDONO INIZIATIVE DAVVERO SPLENDIDE!! CHI VUOLE ESSERE DEI NOSTRI? FATECI SAPERE…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 Mag 2015 in AggregAtlantide

 

Tag: , ,

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 9.600 volte in 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 4 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 dicembre 2014 in AggregAtlantide

 

Tag: , , ,

Google controlla materiale pedopornografico

FAMIGLIE SEMPRE PIU' TECNOLOGICHE, IL 95% USA PC PORTATILIUn sistema automatico di Google controlla le caselle di posta degli oltre 400 milioni di utenti Gmail in cerca di materiale pedopornografico. Il sistema, adottato già dal 2008, è balzato agli onori delle cronache dopo l’arresto, la settimana scorsa, di un 41enne texano reo di aver inviato via mail foto di pornografia infantile, sollevando preoccupazioni sul web per la privacy. Preoccupazioni cui Google ha risposto spiegando che i controlli riguardano solo quel tipo di reato e non altri crimini.
”Ogni immagine di abuso sessuale su minori genera un’impronta digitale unica che aiuta i nostri sistemi a identificarla”, ha detto un portavoce della società alla Afp, sottolieando che questa tecnologia è usata ”solo per individuare immagini pedopornografiche e non altri contenuti associabili ad attività criminali”. ”Purtroppo tutte le internet company hanno a che fare con la pedopornografia”, ha aggiunto il portavoce. ”Per questo Google rimuove le immagini illegali dai suoi servizi, incluse le ricerche e le mail, e riporta gli abusi al Ncmec”, il Centro statunitense per bambini scomparsi e sfruttati che gestisce un servizio attraverso cui le aziende che operano nel web trasmetto informazioni alla polizia su presunti abusi ai danni di minori.
Google non è l’unica internet company a portare avanti questo tipo di attività. Microsoft ha il software PhotoDNA che viene usato allo stesso scopo anche da Twitter e Facebook, dopo che la società di Bill Gates lo ha donato al Ncmec. E gli strumenti di monitoraggio non riguardano solo le foto, ma anche i video. Su questo fronte, ad esempio, la stessa Google utilizza il suo software Video ID. (ANSA).

>  redazione – http://www.ansa.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 agosto 2014 in Tecnologia

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Non più solo “uomo” o “donna” su Facebook, arrivano “trans”, “femminelli”, “androgino” e tanti altri

topicNe avevamo già parlato in precedenza quando era una sperimentazione solo americana. Da oggi, anzi già da un paio di giorni, è possibile indicare a Facebook che non ci si sente più solo “uomo” o “donna” nelle impostazioni del proprio profilo. Arrivano infatti a disposizione decine di opzioni, fino a 58 opzioni differenti.
Sarà possibile inoltre scegliere i pronomi con i quali si è designati su Facebook – lui/gli, lei/le o neutro – e controllare il pubblico con cui condividere la propria identità sessuale. «L’iniziativa di Facebook – commenta Flavio Romani, presidente nazionale Arcigay che ha spinto molto perché ci fosse questo aggiornamento – ci dà l’occasione di riportare la questione dell’identità di genere nell’ambito delle scelte individuali ed autodeterminate, sgretolando quel binarismo uomo/donna che in molti casi è un vero e proprio muro che esclude chi, rispetto alla propria identità, non si adegua a quel modello. Non solo: scorrere una lista che comprende termini come cisgender o transgender vuol dire fare cultura, iniettare conoscenza in un ambito nel quale l’Italia fa ancora fatica ad aprire un dibattito serio!» (Giornalettismo, 4 luglio).
L’omologazione al “gender” insomma, corre sul web…

http://www.aleteia.org

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 luglio 2014 in Società

 

Tag: , , , , , , , , ,