RSS

Archivi tag: Memoria

Perché innamorarsi fa bene alla salute

Riduce lo stress | Diversi studi scientifici hanno dimostrato che lo stato di innamoramento aumenta la quantità di melatonina, che riduce lo stress e aiuta anche a riposare meglio! Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 luglio 2019 in Salute e Benessere

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Svelato il mistero del “déjà vu”: un “antivirus” del cervello

Arriva all’improvviso e stupisce ogni volta: la netta sensazione, inspiegabile e anche un po’ inquietante, di aver già vissuto quello stesso identico momento. Sul fenomeno del ‘déjà vu’ si sono interrogate generazioni di esperti della mente e l’ipotesi più accreditata, almeno finora, è che si tratti di un falso ricordo. Un inganno dei neuroni. Secondo un nuovo studio, però, questa spiegazione è sbagliata. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 agosto 2016 in Salute e Benessere

 

Tag: , , , , , , , ,

In 12 cibi irrinunciabili l’elisir per una lunga memoria

C’è chi annega nei post-it con cui ha tappezzato casa per ricordare la lista delle cose da fare, chi dimentica gli appuntamenti e le decine di password che tengono in ostaggio email, Internet banking e altri pezzi di vita digitale, o chi rincorre gli infiniti impegni quotidiani ma sempre qualcuno se ne perde. Nell’era moderna la memoria è messa a dura prova e un sogno comune diventa quello di trovare l’elisir salva-ricordi. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 giugno 2016 in Salute e Benessere

 

Tag: , , , , ,

15 Gennaio: 45° Anniversario del terremoto nel Belice

museo memoria

MUSEO della MEMORIA – ex CHIESA MADRE di Santa Margherita di Belice

Il Sindaco dott. Francesco Valenti rende noto che il 15 gennaio alle ore 17,30 presso la Chiesa Madre sarà celebrata una S. Messa in commemorazione dei defunti del terremoto del 1968. Alle ore 18,00 sarà deposta una corona di fiori davanti la statua del Cristo Redentore in p.zza Emanuela Loi. La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Giornata della Memoria

Istituita dal Parlamento italiano nel luglio del 2000 per aderire alla commemorazione del 27 gennaio, in ricordo delle vittime del nazionalsocialismo, del fascismo e dell’Olocausto e in onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati. La data è stata scelta per ricordare lo stesso giorno del 1945, quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono ad Auschwitz, scoprendo il campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. Ogni anno, in moltissimi paesi vengono organizzate commemorazioni al fine di ricordare la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti i gruppi etnici che vennero oppressi e perseguitati. La “memoria” si tramanda di anno in anno, accompagnata dal monito: “mai più”. Determinanti in questo sono e sono stati gli incontri con i testimoni diretti di quell’orrore e degli anni bui.

fonte: www.liquida.it

 

Tag: , , ,

Le sigarette bruciano la memoria

Fumare riduce la memoria quotidiana di circa un terzo. Per recuperarla, fortunatamente, basta perdere il vizio. La scoperta, pubblicata da “Drug and Alcohol Dependence”, è frutto della prima ricerca sugli effetti delle sigarette sulle capacità mnemoniche, condotta dagli studiosi del “Drug and Alcohol Research Group” coordinati da Tom Heffernan della Northumbria University di Newcastle (Regno Unito). “Sapevamo già che abbandonare il vizio ha enormi effetti benefici per l’organismo – spiega Heffernan – ma questo studio dimostra che smettere di fumare può essere positivo anche per le funzioni cognitive”.

I ricercatori hanno coinvolto più di 70 giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni in un tour del campus universitario chiedendo loro, in un secondo momento, di ricordare alcuni dettagli della giornata. Dall’analisi delle risposte ottenute è emerso che mentre chi non aveva mai fumato una sigaretta riusciva a ricordare correttamente l’81% dei particolari, i fumatori ne avevano memorizzati solo il 54%. Tuttavia, chi aveva smesso di fumare aveva capacità mnemoniche simili a quelle dei non fumatori, ed era in grado di ricordare il 74% dei dettagli. Ora i ricercatori intendono verificare se il fumo passivo e “di terza mano” – ossia le tossine depositate su tende e mobili – abbiano lo stesso effetto.

fonte:  www.tiscali.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 settembre 2011 in Mondo giovanile

 

Tag: , , ,