RSS

Archivi tag: Lastampa.it

Tra sette anni un italiano su tre non avrà più il medico di famiglia

Addio caro, vecchio medico di famiglia. Entro sette anni 20 milioni di italiani potrebbero rimanere senza il proprio dottore di fiducia. Perché tra numeri troppo chiusi per i giovani che vogliono aprirsi uno studio di medicina generale e vecchi camici bianchi in fuga da una professione strangolata dalla burocrazia che non li soddisfa più, entro il 2023 verranno a mancare 16 mila medici di famiglia. Calcolando che mediamente ognuno di loro segue oggi 1200 pazienti, vuol dire che un assistito su tre rimarrà senza medico. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , , , ,

Maturità 2018, la riforma: le novità in sintesi

Tutti i maturandi di oggi non devono temere il cambio in corsa: tutto rimarrà uguale fino a Giugno. Ma dal 2018 arrivano innovazioni significative: abolita la terza prova, inserimento di una prova Invalsi da svolgere il quinto anno, il cui voto non influirà sull’esame finale ma costituirà un requisito per l’ammissione all’esame finale. Ora il testo passerà al vaglio del Parlamento, perciò ci potrebbero essere dei cambiamenti prima che diventi esecutivo. Ma non aspettiamoci rivoluzioni. Con il passare dei giorni emergono sempre più dettagli sulla riforma, perché cominciano a circolare i testi. Lo scrive Skuola.net. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 gennaio 2017 in Scuola e Università

 

Tag: , , , ,

Così la scuola può aiutare l’occupazione

In Italia solo il 4% dei ragazzi tra 15 e 29 anni riesce a integrare studio e lavoro (il 22% in Germania); l’abbandono scolastico è al 17,6% (in Europa al 12,6%); solo quattro imprese su dieci hanno frequenti contatti con la scuola (il 70% in Germania) e quando cercano personale lamentano una difficoltà di reperimento di figure tecniche che supera il 40%. C’è da chiedersi che cosa aspettiamo per mettere in comunicazione questi mondi. L’andamento della consultazione on line sulla buona scuola, che scade tra pochi giorni, conferma invece che i principali temi di accesa discussione sono quelli che stanno «dentro la scuola» e non «tra scuola e realtà» circostante. E’ importante parlare di insegnanti, graduatorie, supplenze e risorse, ma al tema scuola-lavoro viene riservata scarsa attenzione. Del resto nell’agenda proposta dal ministero solo due punti su 12 riguardano la scuola e il lavoro. Ci ha provato anche Confindustria con le sue «100 proposte per la scuola» di cui una trentina riguardano il rapporto scuola-lavoro, ma l’uscita pubblica non ha ancora trovato un’adeguata attenzione. Colpisce sul tema il silenzio dei sindacati. Il dialogo tra sordi deve essere sostituito da una più stretta collaborazione. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 ottobre 2014 in Scuola e Università

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,