RSS

Archivi tag: IlFattoQuotidiano.it

Rapporto Eurispes 2017, la metà degli italiani boccia il sistema sanitario. E non riesce a pagare le spese mediche

Per la maggioranza degli italiani nel 2017 ci sarà una ripresa debole ma stabile, ma solo una persona su dieci si aspetta dal nuovo anno un miglioramento della situazione economica. Che, d’altro canto, per oltre il 40% delle famiglie è rimasta invariata. Di fatto quasi la metà non riesce a far quadrare i conti e circa una persona su quattro afferma di sentirsi abbastanza o molto povero. Read the rest of this entry »

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 gennaio 2017 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , ,

Cos’è l’omicidio stradale e cosa prevede

L’omicidio stradale da oggi diventa un reato a sé. Con l’approvazione al Senato della legge – provocando la protesta delle opposizione per il ricorso del governo al voto di fiducia – esisteranno tre varianti dell’omicidio stradale. Resta la pena prevista oggi (da 2 a 7 anni) nell’ipotesi base, quando cioè la morte sia stata causata violando il codice della strada. Ma la sanzione sale negli altri casi. Il primo: chi uccide una persona guidando in stato di ebbrezza grave, con un tasso alcolemico oltre 1,5 grammi per litro, o sotto effetto di droghe, rischierà da 8 a 12 anni di carcere. Il secondo: sarà invece punito con la reclusioneda 5 a 10 anni l’automobilista il cui tasso alcolemico superi 0,8 g/l oppure abbia causato l’incidente per condotte di particolare pericolosità (eccesso di velocità, guida contromano, infrazioni ai semafori, sorpassi e inversioni a rischio). La pena può però ulteriormente aumentare della metà se a morire è più di una persona: in quel caso il colpevole rischia fino a 18 anni di carcere. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Stepchild adoption: possibili ricadute negative sui bambini

Sugli eventuali effetti sul bambino si sofferma Giovanni Corsello, presidente della Società italiana di Pediatria, secondo il quale i processi di “maturazione psicoaffettiva” possono “rilevarsi incerti e indeboliti da una convivenza all’interno di una famiglia conflittuale, ma anche di una famiglia in cui il nucleo genitoriale non ha il padre e la madre come modelli di riferimento”. Per questo, per Corsello, “non si può escludere che convivere con due genitori dello stesso sesso non abbia ricadute negative sui processi di sviluppo psichico e relazionale nell’età evolutiva”. Il dibattito sul ddl Cirinnà, sottolinea il medico, “si è mantenuto su una sfera prevalentemente politica ed ideologica”, mentre “come pediatri riteniamo invece che la discussione dovrebbe comprendere anche i profili clinici e psicologici del bambino e dell’adolescente”. Da qui Corsello conclude che “quando si fanno scelte su temi di così grande rilievo sociale, che incidono sui diritti dei bambini a crescere in sistemi protetti e sicuri, non possono essere considerati solo i diritti della coppia o dei partner, ma va valutato l’interesse superiore del bambino“. “Non si può dire in modo generalizzato che sia indifferente avere una coppia di genitori eterosessuali o gay”, ma “bisognerebbe valutare ogni singolo caso”.

> http://www.ilfattoquotidiano.it/

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 febbraio 2016 in Società

 

Tag: , , , , ,

Unioni civili: facciamo di testa nostra

Tralasciando le considerazioni personali sul tema delle unioni civili omosessuali e, in particolare, sull’adozione, c’è un aspetto della vicenda che merita una se pur minima riflessione. Questo aspetto riguarda la retorica che viene utilizzata dai promotori del “SI”alle unioni omosessuali e alla stepchild adoption. Una delle accuse che più ricorrono nella propaganda a favore della liberalizzazione è una presunta arretratezza dell’Italia rispetto ad altri paesi, in particolare europei: arretratezza che risiederebbe, stando alle critiche, non tanto nella mancanza di una disciplina della materia, ma nella mancanza della disciplina che una certa parte di paese vorrebbe per la materia. Non viene rimproverato, cioè, il solo fatto di non aver disciplinato le unioni civili, ma di non averle disciplinate attribuendo alle parti il diritto alla adozione, che invece, se si dovesse prestar fede alla propaganda, sarebbe diritto inviolabile in ogni altra parte del mondo, con l’Italia a giocare il ruolo della pecora nera. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 gennaio 2016 in Società

 

Tag: , , , , , , ,