RSS

Archivi tag: Garanzia Giovani

Garanzia giovani, in Sicilia 1185 posti per il Servizio civile: via ai bandi per le candidature online

web compROMA. Sono 5.463 distribuiti su 10 regioni i posti per il Servizio civile messi a bando attraverso Garanzia giovani. Lo annuncia una nota congiunta del Dipartimento della gioventù e del servizio civile e del Ministero del Lavoro. I 10 bandi, firmati oggi, «impegnano 29,5 milioni di euro, pari al 74,17% del totale – afferma il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti – la percentuale restante sarà utilizzata in tempi rapidi; il Dipartimento è infatti fortemente impegnato per consentire ciò già nei primi mesi del 2015». Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12 novembre 2014 in Politiche Giovanili

 

Tag: , , , , , , , ,

Piano Giovani: ecco il nuovo bando. Come partecipare alla selezione

E’ stato appena pubblicato, sul sito del dipartimento Lavoro dell’assessorato Famiglia un nuovo maxi-bando per giovani siciliani. Un avviso da 75 milioni, nel quale rientrano risorse di vario tipo: quelle previste per il cosiddetto Piano giovani, quelle per la Garanzia Giovani e quelle messe a disposizione dal Ministero del Lavoro (è la fetta più consistente). L’avviso fa infatti riferimento, in maniera generica, ai Tirocini Formativi e di Orientamento e di Inserimento o Reinserimento al lavoro, progetti da finanziare non solo attraverso le risorse previste dal Piano Giovani, ma anche, appunto con quelli del progetto nazionale Garanzia Giovani. I destinatari del nuovo avviso sono, per le due differenti modalità di finanziamento, i ragazzi compresi tra i 18 e i 29 anni, e quelli compresi tra i 25 e i 35 anni. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 agosto 2014 in Garanzia Giovani

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Al via la prima misura del “Piano Giovani” in Sicilia: tirocini retribuiti a 500 € per 2000 disoccupati sotto i 35 anni

Dopo l’annuncio di Marzo 2014 viene finalmente pubblicato il Bando per il progetto ‘Piano Giovani in Sicilia’ con cui la Regione Siciliana, in collaborazione con Italia Lavoro offre nuove opportunità per i neet siciliani. Con questo avviso la Regione Siciliana ha stanziato circa 20 milioni di euro per il progetto “Giovani in Sicilia” con l’obiettivo di promuovere 2.000 percorsi di tirocinio a favore di giovani disoccupati/inoccupati, diplomati o in possesso di qualifica professionale, residenti in Sicilia da almeno 24 mesi, di età compresa tra i 25 e i 35 anni non compiuti, che siano inoccupati/disoccupati da almeno 6 mesi. L’iniziativa, che si realizzerà in collaborazione con Italia Lavoro, è destinata a rafforzare le opportunità di transizione scuola-lavoro, disoccupazione-lavoro, inattività-lavoro e contenimento del disagio della non occupazione giovanile in Sicilia.
I tirocini avranno una durata di 6 mesi e una borsa individuale di 500 euro lordi mensili. Nel caso in cui il tirocinante sia un disabile, o un richiedente asilo, o un soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria o di un soggetto in percorso di protezione sociale, la durata dovrà essere di 12 mesi e la borsa di tirocinio di 750 euro lordi mensili (a queste categorie sono riservati 200 posti). Ai soggetti ospitanti il tirocinio per l’attività di tutoraggio è riconosciuto un contributo di 250 euro al mese per ogni tirocinante. In caso di assunzione del tirocinante, il contributo è quantificato secondo il seguente schema:

  • 6.000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno (7.000 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale);

  • 4.000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato part-time (4.600 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale);

  • 3.000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo determinato della durata di almeno 24 mesi (3.600 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale);

  • 4.700 euro per ogni giovane assunto con contratto di apprendistato ex art. 4 del d.lgs. 167/2011.

Alla conclusione del percorso di tirocinio, Italia Lavoro rilascerà al tirocinante un “attestato” di partecipazione, a condizione che il percorso si sia concluso naturalmente e il tirocinante abbia maturato la frequenza di almeno il 70%.

Le aziende possono presentare la propria candidatura a ospitare giovani in tirocinio a partire da domani 28 giugno 2014. E’ necessario registrarsi al portale http://www.pianogiovanisicilia.com/ compilando l’apposito form e inserire le informazioni relative al tirocinio offerto per consentire ai giovani di candidarsi.

I giovani possono presentare la propria candidatura ai percorsi di tirocinio offerti dalle aziende, a partire dal 16° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente Avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (GURS), ovverosia dal 13 Luglio 2014, registrandosi al portale http://www.pianogiovanisicilia.com/ e compilando il form di adesione.

L’avviso resterà aperto fino a esaurimento risorse e, comunque, non oltre il 30 novembre 2014.

>  Adriano Butera – 27/06/2014 – http://www.belicenews.it

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

Garanzia Giovani

logo gar gioLa Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet – Not in Education, Employment or Training).

In sinergia con la Raccomandazione europea del 2013, l’Italia dovrà garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale. Se sei quindi un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante  – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale.

Programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi: sono queste le misure previste a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, in un’ottica di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati coinvolti. Per stabilire in modo opportuno il livello e le caratteristiche dei servizi erogati e aumentarne l’efficacia, si è scelto di introdurre un sistema di profiling che tenga conto della distanza dal mercato del lavoro, in un’ottica di personalizzazione delle azioni erogate: una serie di variabili, territoriali, demografiche, familiari e individuali profilano il giovane permettendo così di regolare la misura dell’azione in suo favore.

Nel dettaglio le misure previste dalla Garanzia sono:
  • Accoglienza
  • Orientamento
  • Formazione
  • Accompagnamento al lavoro
  • Apprendistato
  • Tirocini
  • Servizio civile
  • Sostegno all’autoimprenditorialità
  • Mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in Paesi UE
  • Bonus occupazionale per le imprese
  • Formazione a distanza

Per accedere al Programma e ai servizi universali di informazione e orientamento, occorre registrarsi e aderire. In seguito sarà possibile accedere alle misure previste dal Programma. Per conoscere i piani nazionali degli altri Paesi europei per l’attuazione della Garanzia Giovani, visita il sito della Commissione Europea.

>  www.garanziagiovani.gov.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 giugno 2014 in Garanzia Giovani

 

Tag: , , , , , , , , , ,

Posto per 50 mila giovani siciliani. Ma al Centro per l’Impiego manca il personale.

PALERMO. Scatta la corsa a un posto di lavoro per 50 mila giovani siciliani, ma è allarme al Centro per l’Impiego di Palermo: già oggi è tra gli uffici regionali più ingolfati, figuriamoci quando arriverà la valanga di istanze di giovani disoccupati. Il dipartimento del Lavoro ha chiesto come rinforzo 22 funzionari, ma al momento pochi regionali avrebbero risposto all’interpello. Il tempo però stringe. Dal primo maggio è possibile infatti iscriversi al programma “Garanzia Giovani”, iniziativa europea per fronteggiare l’emergenza occupazionale e che mette a disposizione in Sicilia 178 milioni di euro. Il progetto è rivolto ai giovani dai 15 ai 29 anni che non studiano e non lavorano: per partecipare bisognerà registrasi sul sito http://www.garanziagiovani.gov.it oppure rivolgersi a un centro per l’impiego. Entro quattro mesi dall’istanza, agli iscritti sarà proposto un percorso per avere più chance di trovare un lavoro. In palio ci saranno corsi di formazione, tirocini in azienda, attività di servizio civile o di apprendistato.

In realtà le misure studiate del governo regionale non sono state ancora varate. Il 9 maggio saranno presentate ai sindacati, poi passeranno in giunta e infine dovranno ricevere il via libera definitivo del ministero. Nel frattempo, la Dirigente generale del Lavoro, Anna Rosa Corsello, assicura che “i giovani potranno comunque iscriversi al programma sia sul web sia tramite i centri per l’impiego, e potranno scegliere anche di partecipare al programma di altre regioni se saranno domiciliati altrove”. Ad essere congelato è anche l’attesissimo Piano Giovani, progetto da cento milioni di euro che l’Assessorato alla Formazione guidato da Nelli Scilabra metterà in campo per aiutare gli under 35 a trovare un lavoro. Dall’assessorato spiegano infatti che “il primo dei bandi, quello per avviare tirocini retribuiti in azienda, è in stand by dopo il provvedimento approvato in Assemblea regionale che ha congelato avvisi pubblici fino alle prossime elezioni”.
Al momento dunque ha preso il via solo la Garanzia Giovani. Nell’Isola sono migliaia gli under 30 che non studiano e sono senza lavoro, tanto che alla Regione è già scattato l’allarme e l’amministrazione sta potenziando gli uffici. A cominciare dal Centro per l’impiego di Palermo, che dovrà soddisfare una delle platee più vaste di disoccupati. Il Dipartimento del Lavoro ha già pubblicato il 17 aprile un atto di interpello  con il quale cerca altre 22 unità lavorative, di cui dieci funzionari direttivi e 12 istruttori direttivi. L’atto di interpello scadrà il prossimo 17 maggio ma al momento sono giunte poche istanze. Al Dipartimento del Lavoro non nascondono qualche preoccupazione, tanto che, dicono, a breve potrebbero essere convocati i sindacati per trovare una soluzione sulla carenza di personale. Ad ogni modo, quando arriverà il via libera del ministero al programma, i Centri per l’impiego saranno supportati anche da buona parte dei 1.800 ex dipendenti degli Sportelli multifunzionali della formazione, che dal 23 aprile sono senza un lavoro ma saranno impiegati proprio nelle attività di orientamento del programma Garanzia Giovani.  È anche per risolvere questa problematica, spiegano dal Dipartimento del Lavoro, che le attività della Garanzia Giovani in Sicilia partiranno in ritardo rispetto ad altre regioni come l’Emilia Romagna o la Sardegna, dove invece sono già pienamente operative.
Del resto, il lavoro atteso dagli uffici regionali non è di poco conto. Gli iscritti al programma saranno valutati attentamente in modo da scegliere un’azione su misura e avere maggiori possibilità di trovare un lavoro. Oltre all’orientamento iniziale, ai giovani saranno proposti un corso di formazione, misure di accompagnamento al lavoro, apprendistato, tirocini, servizio civile, sostegno all’autoimprenditorialità, mobilità professionale, bonus occupazionale per le imprese o formazione a distanza. In particolare, circa 40 milioni di euro finanzieranno tirocini, 33 milioni serviranno per le azioni di «accoglienza, presa in carico e orientamento», altri 33 per attività di formazione, 10 milioni per progetti di apprendistato, 5 milioni e mezzo per progetti di servizio civile, 4 milioni per favorire la mobilità professionale transnazionale e territoriale e 15 milioni per erogare dei bonus occupazionali ai datori di lavoro che procederanno ad un’ assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato o somministrazione della durata di almeno 6 mesi.

>  Riccardo Vescovo – 03/05/2014 – http://www.gds.it

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,