RSS

Archivi tag: Energia

7 enigmi del cervello umano

Il cervello assorbe il 20% dell’energia corporea  |  Di questo 20% solo il 5% è spiegabile con le attività cerebrali attive, il restante 15% non si sa come venga utilizzato; questa quota di energia è stata definita dagli esperti la ‘dark energy’, analogamente alla quota di energia oscura dell’universo la cui funziona è tuttora sconosciuta. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 gennaio 2018 in Scienza

 

Tag: , , , , , , , , , ,

In forma con il minimo sforzo

Mangiare bene, dormire il giusto, fare sport: le buone abitudini sono facili da conoscere, difficili da applicare. Ma richiedono davvero grandi sacrifici? No, il sacrificio più grande, in verità, è uno solo: cambiare la routine.

Se volete alzarvi dal letto cariche di energia per la giornata, senza ansie da agenda piena, e restare anche in forma, basta pochissimo. Solo un semplice esercizio yoga: da fare al mattino, proprio al risveglio. Per tre volte. È il classico saluto al sole: regola il ritmo della respirazione con semplici movimenti del corpo e se ne possono trarre tangibili benefici. Primo fra tutti, diminuire il livello di stress.

Suona la sveglia e il primo gesto è quello di catapultarsi alla macchinetta del caffè per riconnettersi con il mondo? Bisogna cambiare abitudini ma non drasticamente. Basta iniziare da un bicchiere di acqua tiepida. È un piccolo trucco, ma efficace. Idrata, depura e aiuta l’organismo a smaltire le tossine accumulate durante la notte. Se si vogliono ottenere più benefici, aggiungere aceto di mele che grazie al potassio, aiuta a sconfiggere la ritenzione idrica..

Una nota di colore nei piatti fa bene alla vista e serve anche a ricordarci di fare il pieno di frutta e verdura. Scegliete tutto ciò che è ricco di betacarotene (carote, spinaci, pesche, anguria, albicocche): questo precursore della vitamina A è un vero elisir di bellezza per la pelle. Si ottiene un miglior trofismo dell’epidermide e il mantenimento del film idrolipidico. Il risultato: pelle più elastica e morbida.

Ricordatevi di non eliminare del tutto il condimento: un po’ di olio è indispensabile per sfruttare al massimo il betacarotene (si assimila meglio in compagnia di una giusta quantità di lipidi).

La prima minaccia per la linea non arriva da ciò che mangiate, ma da come lo mangiate. Tipo panini divorati in piedi in una misera pausa pranzo. L’ideale è dedicare ai pasti almeno 20 minuti: è il tempo necessario perché si manifesti il senso di sazietà. E perché rimanga impressa nella mente l’idea di avere fatto un vero pasto. Con il risultato che non si mangiucchia nient’altro nell’arco della giornata. È fondamentale masticare lentamente ogni boccone, per evitare una perenne cattiva digestione. Consigli per rallentare? Se il panino è d’obbligo, mentre lo mangiate, sorseggiate due bicchieri di acqua. Invece, davanti a un piatto completo, un trucco per dilatare il tempo è dividere in due i bocconi che di solito mangiate interi.

Non riduce solo la ritenzione idrica. Se bevete lontano dai pasti, l’acqua diluisce i succhi gastrici dello stomaco e aumenta la sensazione di sazietà. Gli effetti benefici si possono potenziare aggiungendo le erbe giuste, si creano infusi che migliorano lo stato di salute. Un infuso di tarassaco svolge un’azione depurativa sul fegato. La betulla è drenante e i piccioli di ciliegio diuretici. Mentre i semi di finocchio sgonfiano l’addome. Per le dosi, basta un cucchiaio da tè per tazza.

Non bisogna per forza votarsi alla fatica per trarre benefici dal movimento. Per rimettere in attività il nostro organismo anche una blanda attività aerobica sortisce i suoi effetti, soprattutto sul sistema cardiovascolare. Già nell’arco di un mese, la passeggiata quotidiana migliora la circolazione, abbassa pressione e colesterolo. Avvertenza: mentre camminate, non pensate di fare shopping. Il passo deve essere sostenuto, la mezz’ora filata.

Un esercizio di respirazione e rilassamento predispone a un riposo regolare. Bastano una decina di minuti da passare sedute sul letto e gli step da seguire sono semplici: rilassarsi e sincronizzare il ritmo della respirazione. Bisogna fare respiri profondi e ‘tirarli fuori’ direttamente dall’addome. Con questo esercizio, si ‘scioglie’ l’ansia accumulata nella giornata.

Anche nel sonno ci vuole moderazione. Passare troppe ore a letto può causare problemi. È vero, dormire troppo non rende più riposati, ma per paradosso più stanchi. Il motivo? Le ore in più aumentano solo la fase di sonno rem, quello in cui si sogna e che è definito sonno paradosso, non ristoratore.

Se desideri addormentarti senza difficoltà spegni computer, televisione e dispositivi elettronici: un buon libro, una rivista, una chiacchierata o semplicemente il silenzio di un ambiente  capace di favorire la calma aiuteranno a predisporre l’organismo verso il riposo notturno.

Vuoi evitare di dormire male? Cena leggera e poco alcol. Evita bibite energizzanti o eccitanti. Scegli frutta, carboidrati integrali, proteine. Non dimenticare qualche mandorla a fine pasto: il magnesio rilassa i muscoli e insieme all’avena possiede un effetto tranquillante.

Prima di andare a letto massaggia il tuo corpo con un olio naturale. Parti dai piedi e procedi verso l’alto, dalle caviglie fino a spalle e braccia. Massaggia il centro della fronte con una goccia d’olio profumato, per esempio alla camomilla blu, intensa e avvolgente. Ti rilasserai in un attimo.

>  www.msn.com

 
 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Energia Ambiente Democrazia

Riceviamo e pubblichiamo:

24-marzo-2013A tutte le cittadine e i cittadini – Ai comitati e alle associazioni per i Beni Comuni

Lo scorso 6 Marzo abbiamo raggiunto un grande obiettivo: l’Assemblea Regionale Siciliana, con voto unanime, ha espresso la netta contrarietà al progetto di ricerca di idrocarburi nella Valle del Belìce impegnando il Governo Regionale a revocare il parere favorevole già espresso dall’Ufficio Regionale Idrocarburi e Geotermia.

Occorre fare un altro passo avanti:

Il comitato NO TRIVELLAZIONI NELLA VALLE DEL BELICE, aderente al Forum Siciliano dei Movimenti per l’Acqua e i Beni Comuni, invita tutti i cittadini, le associazioni, i comitati a Gibellina (TP) domenica 24 marzo 2013.

Il programma dei lavori della giornata prevede:

– la mattina a partire dalle ore 10,00 presso la sala convegni del CRESM (Viale Empedocle n. 5), incontro dei Comitati, Associazioni, Movimenti, ecc. per discutere sul tema “LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO” e sulle prospettive e convergenze dei vari Comitati.

– il pomeriggio alle ore 17,00 presso l’Aula Consiliare del Comune di GIbellina è prevista l’assemblea pubblica/convegno, per discutere sul tema ENERGIA, AMBIENTE, DEMOCRAZIA: VERSO LA MODIFICA DELLA LEGGE REGIONALE SULL’ESTRAZIONE DEGLI IDROCARBURI N.14 DEL 3 LUGLIO 2000.

L’intento è quello di continuare a vigilare sulla nostra terra e disegnare insieme nuovi percorsi di sviluppo sostenibile; non siamo più disposti a farci colonizzare da nuovi “padroni” autorizzati da leggi che vanno contro gli interessi dei cittadini e dei territori, non vogliamo più accettare speculazioni sulle nostre risorse ambientali, culturali, paesaggistiche.

“Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza per la vita, per la risolutezza nel raggiungere la sostenibilità, per l’accelerazione della lotta per la giustizia e la pace, e per la gioiosa celebrazione della vita.” (Dalla Carta della Terra)

COMITATO NO TRIVELLAZIONI NELLA VALLE DEL BELICE

 
 

Tag: , , , , , , , , , , ,