RSS

Archivi tag: Crisi economica

Il bene persiste, comunque.

Nel periodo del cosiddetto “lockdown” abbiamo vissuto tutti un’emergenza sanitaria che ci ha, giustamente, obbligati a stare chiusi in casa per evitare il diffondersi del contagio del virus, interrompendo le normali relazioni sociali.

L’Aggregazione Atlantide, però, pur sospendendo le sue attività, ha proseguito nel suo impegno sul territorio ed, anzi, ha rafforzato i suoi interventi a sostegno di singoli e famiglie che, proprio a causa della chiusura totale, si sono ritrovati in grosse difficoltà.

Pur ritenendo che il bene che si fa non va pubblicizzato alla ricerca degli applausi, pensiamo anche, però, che in tempi come questi, densi di tanta cattiveria e ipocrisia, ogni gesto autentico di solidarietà e umanità, debba diventare testimonianza pubblica ed esempio per tutti, ad indicare che il bene persiste, comunque.

I mesi prossimi, intanto, al di là di opinioni e previsioni, a volte tra esse anche contraddittorie, non sembrano essere facili. Si prospetta un periodo altrettanto pesante sul piano sociale e, soprattutto, economico, a causa oltre tutto di inadeguati e insufficienti strumenti statali a supporto di imprese e famiglie.

E’ necessario, perciò, rafforzare l’impegno e sviluppare la solidarietà, cercando soluzioni vere al disagio ormai diffuso. Occorre fare rete e dare forma a tutte le sensibilità genuine presenti sul territorio. La divisione e l’egoismo producono solo male ed aggravano le difficoltà. La coesione sociale e la disponibilità alla sinergia potranno, invece, tracciare un tempo migliore per tutti.

Aggregazione Atlantide

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 giugno 2020 in AggregAtlantide

 

Tag: , , , , , ,

Mezzo milione di italiani non ha i soldi per curarsi

Oltre mezzo milione di italiani non si sono potuti permettere cure mediche e farmaci nel 2018, mentre circa 13,7 milioni di italiani hanno limitato le spese per visite e accertamenti. È quanto emerge dal Rapporto 2018 «Donare per curare: povertà sanitaria e donazione farmaci», realizzato dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus. Il Rapporto è stato presentato a Roma nella sede di Aifa, l’Agenzia italiana per il farmaco. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 novembre 2018 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Eurostat: in Italia sempre più ampio il divario tra ricchi e poveri

C’è sempre più distanza tra i ricchi e i poveri in Italia. La crisi economica ha portato con sé un aumento, fortissimo, delle diseguaglianze sociali. Secondo Eurostat, infatti, si allarga ulteriormente il divario tra chi ha redditi più alti e quelli più bassi, mentre si assottiglia la fascia di persone nella classe media. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 aprile 2018 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , ,

Dopo 10 anni di crisi la povertà è raddoppiata: al 7,6% in Italia

povertaDopo quasi dieci anni di crisi, la povertà in Italia è raddoppiata: nel 2005 circa 2 milioni di persone si trovavano in povertà assoluta, ovvero il 3,3% della popolazione non era in grado di permettersi un paniere di beni considerato minimo per una vita accettabile. Nel 2015 sfiorano i 4,6 milioni, il 7,6% dei residenti in Italia. E i nuovi poveri sono i giovani, con un triste record dell’Italia in Europa con la più alta percentuale di neet tra i 15 e 24 anni. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 dicembre 2016 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , ,

Troppe tasse nonostante la crisi: in sei anni pagati 29 miliardi in più

(Teleborsa) – In una delle fasi più critiche dell’economia italiana, le famiglie e le imprese italiane sono state letteralmente svenate dalle tasse, arrivando a pagare 29 miliardi in più in sei anni.  E’ quanto emerge dai calcoli effettuati dall’Ufficio studi della CGIA, l’associazione che rappresenta le PMI venete, secondo la quale, negli ultimi 6 anni, le imposte nazionali al netto del bonus Renzi sono salite del 6,1% e le tasse locali dell’8%. Read the rest of this entry »

 
 

Tag: , , , , , , ,

Crisi pesa su artigiani, giù edilizia

(ANSA) – ROMA, 13 FEB – Non si attenua la crisi che sta vivendo l’artigianato: anche nell’ultimo anno, secondo l’Ufficio studi della Cgia di Mestre, le imprese attive sono diminuite di 21.780 unità, mentre dall’inizio della crisi (2009) il numero complessivo è crollato di 116mila attività. Al 31 dicembre 2015 il numero delle aziende artigiane presenti in Italia è sceso sotto quota 1.350.000. In valore assoluto, l’edilizia (-65.455 imprese) e i trasporti (-16.699) sono le categorie artigiane che hanno risentito maggiormente della crisi. In sofferenza anche le attività manifatturiere, in particolar modo le imprese metalmeccaniche (-12.556 per i prodotti in metallo e -4.125 peri macchinari) e gli artigiani del legno (-8.076 che diventano -11.692 considerando anche i produttori di mobili). Per contro, invece, parrucchiere ed estetiste (+2.180), gelaterie – rosticcerie – ambulanti del cibo da strada (+3.290) e le imprese di pulizia e di giardinaggio (+11.370) sono aumentate. A rischio alcuni mestieri.

> http://www.msn.com/it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 febbraio 2016 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , ,

Giornata Mondiale contro la Povertà 2015

gmp15-1> Messaggio del Segretario Generale dell’Onu <

Il tema scelto per la Giornata Mondiale contro la Povertà – “Diritti Umani e Dignità dei Popoli che Vivono nella Povertà” – richiama quanto proclama la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, adottata sessant’anni fa, quando dichiara che “ognuno ha il diritto ad un regime di vita adeguato per la salute e il benessere proprio e della propria famiglia”. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Sicilia ancora in recessione: aumentano poveri e disoccupati

lavoro-624PALERMO – La Sicilia è ancora in piena crisi. E si mette alle spalle un 2014 con un’economia in recessione, con i principali indicatori economici in discesa. Pil, occupazione, produzione industriale, servizi, prestiti a famiglie e imprese e consumi, ormai al palo. Aumentano i poveri; giovani e laureati hanno ripreso ad emigrare. Crolla l’export (-13,9%), che registra una diminuzione delle vendite di prodotti ottenuti dalla raffinazione del petrolio (-15,2%), e degli altri prodotti siciliani (-11%) all’estero. Si salva solo il turismo, in ripresa sia in termini di arrivi (+8,8%) che di presenze (+6,1%). E’ il quadro a tinte fosche stilato dalla Banca d’Italia nel suo rapporto sull”Economia in Sicilia’, presentato nella filiale di Palermo. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 giugno 2015 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , , ,

Lavoro sempre più povero: la crisi ha ridotto la massa dei salari

lavoroIl mondo del lavoro ha subito un pesante colpo dalla crisi economica degli ultimi anni. Un colpo non tanto – e non solo – in termini di posti persi, quanto di perdita della massa salariale, quantificata in circa 1.218 miliardi di dollari in tutto il mondo. La stima è fatta dall’Ilo, l’organizzazione mondiale sul lavoro nel World Employement and social Outlook 2015 reso noto a Ginevra. Per farsi un’idea più precisa del danno basti pensare che la somma calcolata è pari all’1,2% della produzione mondiale e a circa il 2% dei consumi. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 maggio 2015 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , , , , , , , ,

La crisi economica scoraggia le famiglie: 62 mila nati in meno all’anno

Nel 2013 in Italia si è registrata una riduzione delle nascite del 3,7% rispetto all’anno precedente, con un calo del tasso di natalità da 9 a 8,5 nati per mille abitanti. Dall’inizio della crisi a oggi sono più di 62 mila i nati in meno all’anno. E’ quanto emerge da una ricerca del Censis realizzata in collaborazione con la Fondazione Ibsa. Siamo passati dai 576.659 bambini del 2008 ai 514.308 del 2013: mai così pochi nella storia d’Italia (le serie storiche ufficiali partono dal 1862), nonostante l’aumento nel tempo della popolazione, i progressi della medicina e il contributo degli immigrati residenti. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 ottobre 2014 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , ,