RSS

Archivi tag: Anno della Fede

Beatificazione di don Pino Puglisi

beatificazioneweb1

PALERMO – FORO ITALICO UMBERTO I° – SABATO 25 MAGGIO 2013 ALLE ORE 10:15 DIRETTA DELLA CELEBRAZIONE DELLA BEATIFICAZIONE SU RAI UNO E STREAMING SUL SITO WWW.BEATIFICAZIONEPUGLISI.DIOCESIPA.IT

26 maggio ore 18,00 – Chiesa Cattedrale di Palermo – MESSA DI RINGRAZIAMENTO

Questo evento gioioso ci fa guardare ad un autentico testimone della fede e dà una connotazione particolarmente significativa all’Anno della fede che le nostre Chiese particolari stanno vivendo ricordando il 50° anniversario di inizio del Concilio Vaticano II e il 20° della pubblicazione del Catechismo della Chiesa Cattolica. Quella di don Pino Puglisi è la vicenda di un sacerdote totalmente conformato a Cristo che visse il suo ministero presbiterale come servizio a Dio e all’uomo. Reso forte da una intensa vita spirituale, fatta di ascolto della Parola di Dio, di preghiera, di riferimento costante all’Eucaristia che celebrava quotidianamente, egli attuò un apostolato di promozione umana avendo come riferimento costante l’annuncio del Vangelo. (dal Messaggio dei Vescovi di Sicilia)

Subito dopo il rito di beatificazione e la celebrazione eucaristica del 25 maggio 2013, sarà possibile venerare le spoglie del nuovo Beato nella Chiesa Cattedrale, a partire dalle ore 14.00 sino alle ore 19.00.

Dal 26 maggio in poi, i singoli fedeli e i pellegrini che vorranno venerare il beato Giuseppe Puglisi, sacerdote e martire, osserveranno i seguenti orari:

Festivi: dalle ore 07.00 alle ore 13.00 – dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Feriali: dalle ore 07.00 alle ore 19.00

I gruppi di pellegrini che desiderano celebrare l’eucaristica in Cattedrale, possono rivolgersi a:
Cattedrale di Palermo – Tel.091.334373 – Fax 091.334375
email: segreteriacattedrale@diocesipa.it

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 maggio 2013 in Eventi ecclesiali

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Comincia l’Anno della Fede

Nel 50° anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II°, Benedetto XVI° indice l’Anno della Fede che inizia con una solenne Celebrazione giovedì 11 ottobre in piazza S. Pietro a Roma

L’Anno della fede, anzitutto, intende sostenere la fede di tanti credenti che nella fatica quotidiana non cessano di affidare con convinzione e coraggio la propria esistenza al Signore Gesù. La loro preziosa testimonianza, che non fa notizia davanti agli uomini, ma è preziosa agli occhi dell’Altissimo, è ciò che permette alla Chiesa di presentarsi nel mondo di oggi, come lo fu nel passato, con la forza della fede e con l’entusiasmo dei semplici. Questo Anno, comunque, si inserisce all’interno di un contesto più ampio segnato da una crisi generalizzata che investe anche la fede. Sottoposto da decenni alle scorribande di un secolarismo che in nome dell’autonomia individuale richiedeva l’indipendenza da ogni autorità rivelata e faceva del proprio programma quello di “vivere nel mondo come se Dio non esistesse”, il nostro contemporaneo si ritrova spesso a non sapersi più collocare. La crisi di fede è espressione drammatica di una crisi antropologica che ha lasciato l’uomo a se stesso; per questo si ritrova oggi confuso, solo, in balia di forze di cui non conosce neppure il volto, e senza una meta verso cui destinare la sua esistenza. È necessario poter andare oltre la povertà spirituale in cui si ritrovano molti dei nostri contemporanei, i quali non percepiscono più l’assenza di Dio dalla loro vita, come una assenza che dovrebbe essere colmata. L’Anno della fede, quindi, intende essere un percorso che la comunità cristiana offre a tanti che vivono con la nostalgia di Dio e il desiderio di incontrarlo di nuovo. È necessario, pertanto, che i credenti sentano la responsabilità di offrire la compagnia della fede, per farsi prossimo con quanti chiedono ragione del nostro credere.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 ottobre 2012 in Ecclesia

 

Tag: , , ,