RSS

10 buoni consigli per chi adotta un gatto

15 Mar

Se avete da poco adottato un gatto in casa, ci sono alcune cose che forse non sapete di loro! Ecco i 10 consigli per chi ha (o ha intenzione) di adottare un micio.

Per prima cosa quando adottate un gatto è importante farlo visitare da un veterinario, che controllerà che non vi siano parassiti o problemi di salute.

Appena arrivati a casa sistematelo in una stanza chiusa, senza finestre aperte o balconi da cui possa scappare, non conoscendo il posto. Mettetegli a disposizione il cibo, l’acqua e la lettiera. Per i primi giorni sarà quello il suo piccolo rifugio; poi, in un secondo momento, lasciatelo libero di esplorare anche gli altri ambienti della casa.

I gatti adorano il tepore, fate in modo che ci sia sempre un angolo della casa caldo in cui il gatto possa ritirarsi sentendosi sicuro e protetto. Il linguaggio corporeo dei gatti è molto più difficile da decifrare rispetto a quello dei cani. Cercate di entrare in sintonia con l’animale e sviluppare il vostro senso d’osservazione. Anche piccoli cambiamenti possono essere il segnale di un malessere, in questo caso rivolgetevi subito al vostro veterinario.

Non sperate che il vostro gatto mangi gli avanzi di pranzi o cene, non lo farà neanche se ha veramente fame! Questa dieta non è adatta né tanto meno gradita ai mici! Come per le persone, anche i gatti hanno i loro gusti in fatto di cibo: fategliene provare diverse tipologie, sarà lui a guidarvi verso le sue preferite. In ogni caso cercate di comprare alimenti per gatti di buona qualità verificando che la percentuale di carne o pesce sia relativamente alta (almeno 40%).

Ricordate di lasciare sempre dell’acqua fresca e pulita a disposizione del gatto, soprattutto se questo ama mangiare le crocchette, che richiamano molta acqua.

Se il vostro amico a 4 zampe non può uscire dall’appartamento in cui abitate e non avete un giardino o un terrazzo con delle piante, comprategli l’erba gatta. È una pianta utile ai gatti per ripulire lo stomaco dal pelo ingerito. Quest’erba infatti fa vomitare il cosiddetto %u201Cgomitolo%u201D, un rotolino di pelo compatto di cui essi si liberano dopo aver ingerito pelo lavandosi.

Graffiare oggetti è un’attività necessaria e naturale per ogni gatto. Non tagliategli gli artigli, ma piuttosto trovate un oggetto sul quale il gatto possa sfogare il proprio istinto e insegnategli a graffiare solo quello e non altri oggetti.

Non a tutti i gatti piace essere presi in braccio e coccolati, alcuni lo gradiscono, altri meno. Ad alcuni piace stare in braccio a pancia in su, altri invece salgono da soli e restano appoggiati alle nostre gambe in attesa di essere accarezzati. Spazzolateli spesso con degli appositi pettini, solitamente questo è apprezzato da tutti.

Non date mai al gatto medicine per cani o per persone senza aver chiesto prima il parere del veterinario. Anche farmaci apparentemente innocui possono rivelarsi fatali per i gatti.

> DeAbyDay / De Agostini Editore – http://www.msn.com/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 marzo 2017 in Amici a 4 zampe

 

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: