RSS

Nuove minacce Isis: “La Torre Eiffel crollerà”

21 Nov

Gli attentati sferrati venerdì 13 dall’Isis a Parigi e costati la vita a 130 persone «sono solo l’inizio». Tour Eiffel e un aereo dell’Air France: sono questi i prossimi obiettivi dei jihadisti secondo un video diffuso da Aleppo dagli stessi miliziani francofoni su Twitter. Le minacce sono recitate in lingua francese: «Sarà peggio dell’11 settembre».

IL DOPPIO FILMATO > Nel primo filmato (intitolato “Parigi è crollata” della durata di sei minuti) si vede crollare il monumento simbolo di Parigi. Le immagini sono tratte dal film hollywoodiano “G.I. Joe – La nascita dei Cobra”, diretto da Stephen Sommers nel 2009. Seguono fotogrammi dei raid francesi in Siria e degli attacchi di Parigi. Un secondo video, dal titolo “Fate esplodere la Francia”, mostra invece un jihadista che in passato avrebbe già minacciato Parigi e che si sarebbe recato a Raqqa per combattere tra le fila dell’Isis. Nel filmato viene citato il filosofo francese Michel Onfray per il suo appello a Parigi di «fermare i bombardamenti delle popolazioni musulmane».

I NOSTRI SOLDATI NELLE VOSTRE CITTA’” > I militanti del Califfato ripresi in video sono francofoni. Accusano Parigi di aver portato la guerra in Siria e di appoggiare Assad. E adesso i francesi «devono provare la stessa cosa». Ora i «soldati del califfato» sono nelle vostre città: «Non sarete mai al riparo». Scorrono molte immagini di Hollande preoccupato che parla degli attacchi a Parigi, spezzoni di telegiornale. Poi scorrono immagini di bombardamenti sulla Siria, bambini che piangono, con la voce del presidente francese in sottofondo che parla di terrore. Il senso propagandistico: loro ci fanno male, ma anche noi siamo capaci di far male.

IL CAMBIO DI STRATEGIA DEL CALIFFO > Il giornale Daily Mail oggi in edicola racconta che – secondo messaggi intercettati dalla polizia postale britannica – l’Isis starebbe invitando i suoi foreign fighters ad astenersi dal raggiungere la Siria ed aspettare invece il segnale per colpire in Europa. Ma è lo stesso quotidiano britannico ad ammettere che i presunti ordini, inviati negli ultimi giorni tramite siti di messaggistica criptati, sono quasi impossibili da verificare.

LE «RACCOMANDAZIONI» > Nei messaggi, agli estremisti con sede nel Regno Unito si chiede quali armi e quante munizioni abbiano a disposizione; gli viene detto di rimanere in contatto con l’Isis online e attendere ulteriori istruzioni su dove e quando lanciare attacchi; vengono consigliati su come evitare di essere scoperti dai servizi di sicurezza e come reclutare altri giovani. Tra le raccomandazioni c’è anche quella di prendere di mira solo gli `infedeli´ e non uccidere musulmani. Questo potrebbe essere un segno che la leadership dell’Isis sarebbe preoccupata per la sua immagine dopo il massacro di Parigi, in cui sono stati uccisi diversi islamici.

>  La Stampa – http://www.msn.com/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 novembre 2015 in Guerre e terrorismo

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: