RSS

7 cose da sapere sull’Ostensione della Sindone

19 Apr

logo sind15Sono 400 anni che la città di Torino custodisce gelosamente il telo di lino che secondo la tradizione avrebbe avvolto Gesù dopo la deposizione dalla croce e sul quale è misteriosamente impressa l’immagine di un uomo che ha subito le stesse crudeli sevizie inflitte a Gesù durante la Passione. Mentre la scienza prosegue la ricerca e cerca verità e conferme, l’ostensione della Sindone consente a milioni di pellegrini di riflettere sul mistero dell’amore divino contemplando quella che è stata definita “l’icona della Passione”. Numerose le ostensioni nel corso della storia. Questa del 2015 è la terza esposizione pubblica del millennio, dopo quella del 2000 – in occasione del Giubileo – e del 2010. Ci sono state anche delle ostensioni televisive: la prima in assoluto nel 1983 e la più recente il 30 marzo 2013.

Perchè questa Ostensione?  L’esposizione della Sindone è stata concessa dal Papa in occasione dei 200 anni dalla nascita di san Giovanni Bosco e per questo sarà vissuta con specifico riferimento al mondo salesiano. E’ caratterizzata da due attenzioni particolari: i giovani e i malati, le persone che soffrono, con momenti specifici di pellegrinaggio e organizzazione di iniziative di accoglienza.

Periodo dell’Ostensione.  L’esposizione ai fedeli della Sindone avviene nella cattedrale di San Giovanni Battista di Torino dal 19 aprile – giorno di apertura con la celebrazione eucaristica presieduta dal Custode pontificio della Sindone, monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, insieme ai vescovi del Piemonte – fino al 24 giugno. Tutti i giorni, dalle 7.30 alle 19.30 sarà possibile compiere il percorso di avvicinamento e, dopo la “prelettura” del Telo, entrare in Duomo. Non si potrà visitare la Sindone il 20 e 21 giugno, in occasione della visita di Papa Francesco a Torino. Il 14 maggio la Sindone sarà visitata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il motto e il logo: “L’amore più grande”.  L’arcivescovo di Torino e custode della Sindone ha scelto come motto dell’esposizione «L’Amore più grande», con un richiamo al Vangelo di Giovanni (15,13): “È l’amore di Dio, manifestato nella Passione di Gesù Cristo, nel dono totale della vita – spiega mons. Nosiglia -, che spinge ciascuno di noi a mettersi a servizio dei fratelli, e dei più poveri in particolare.

L’immagine del logo richiama le parole del motto collegandole al Volto che appare nella Sindone. Il logo dell’Ostensione è stato individuato partendo dalla ricerca dei giovani torinesi dell’Accademia di Belle Arti e di gruppi di parrocchie. L’Agenzia Armando Testa lo ha elaborato, facendolo diventare il «manifesto» di questa esposizione della Sindone.

Come fare per partecipare?  La visita alla Sindone è completamente gratuita ma occorre obbligatoriamente prenotarsi tramite il sito ufficiale http://www.sindone.org oppure chiamando il call center +39/011.5252550. Tramite il pulsante “prenota la tua visita” si accede al sistema di prenotazione disponibile in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, polacco e russo. Ad oggi sono oltre un milione le prenotazioni già effettuate.

Il percorso e le confessioni.  Il percorso che i fedeli dovranno seguire per raggiungere il Duomo e avvicinarsi alla Sindone è lungo 850 metri e quasi completamente coperto. Il punto di accoglienza e accesso è in viale Partigiani, poi i pellegrini attraverseranno i Giardini Reali alti e la manica nuova di Palazzo Reale, l’area della prelettura per la preparazione alla visione del Telo (proiezione di immagini con dettagli del sudario) prima di entrare nella cattedrale e potersi fermare qualche minuto davanti alla Sindone.

All’uscita del percorso le «penitenzierie», dove è possibile accostarsi al sacramento della Confessione. Saranno presenti confessori nelle diverse lingue grazie alla presenza di molti sacerdoti stranieri e missionari che hanno offerto la propria disponibilità per coprire i turni nelle settimane dell’Ostensione. Speciali sussidi saranno a disposizione dei pellegrini per approfondire i contenuti spirituali della visita alla Sindone e per aiutarli con informazioni pratiche.

Accoglienza per malati, disabili e giovani.  L’attenzione speciale per i malati che verranno alla Sindone si concretizzerà anche nelle modalità dell’accoglienza. Per la prima volta a Torino sono stati realizzati due «accueil» con la disponibilità di 70 posti letto sul modello di Lourdes, per i pellegrini (malati e accompagnatori) che si fermano in città più di un giorno e luoghi di accoglienza per chi compie il pellegrinaggio in giornata. Gli accueil si trovano vicino al Duomo, nell’ospedale Maria Adelaide e al Cottolengo, e offrono ospitalità per l’intero periodo dell’Ostensione a prezzi contenuti con servizi di pernottamento, mensa e assistenza medica (prenotazioni sul sito www.sindone.org nella pagina “malati e disabili”). Tutti i giorni dell’Ostensione a malati e disabili è riservata una corsia “prioritaria” per la visita alla Sindone e sarà anche allestito un percorso breve per chi presenta particolari problemi.

Con il progetto «Turin for Young» la Pastorale Giovanile della diocesi di Torino e la Pastorale Giovanile Salesiana di Piemonte e Valle d’Aosta coordinano il servizio di accoglienza dei giovani pellegrini che giungono a Torino per l’Ostensione. Le informazioni si trovano su http://www.sindone.org e http://www.turinforyoung.it.

Una Ostensione “social”.  In occasione dell’Ostensione 2015 la comunicazione passa per la prima volta anche attraverso i canali social più diffusi con account che saranno continuamente aggiornati in tempo reale: • Twitter: @Sindone2015 • Facebook: http://www.facebook.com/sindone2015 • YouTube: Sindone2015. Un canale twitter interamente in lingua inglese è dedicato particolarmente agli operatori dell’informazione: @HolyShroud2015

Chiara Santomiero – http://www.aleteia.org/

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 aprile 2015 in Eventi ecclesiali

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: