RSS

Archivio mensile:aprile 2014

Immagine

Giovaninfesta 2014

gif2014

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 aprile 2014 in Eventi ecclesiali

 

Tag: , ,

Il 20% degli under 18 frequenta sale Bingo e slot

ludopatiaPer divertimento, per avere un’emozione o per arrotondare la paghetta settimanale: il vizio del gioco si insinua fra i giovanissimi mentre gli adulti nascondono la testa sotto la sabbia. Almeno 800.000 bambini e adolescenti italiani fra i 10 e i 17 anni giocano d’azzardo, ovvero il 20%, praticamente uno su 5. E la tentazione riguarda anche i più piccoli. Addirittura 400.000 bimbi fra i 7 e i 9 anni hanno già scommesso la paghetta su lotterie, scommesse sportive e bingo. A dirlo sono i risultati dell’indagine nazionale sul gioco d’azzardo nei minori, promossa dalla Società Italiana Medici Pediatri (SIMPe) e dall’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (Paidòss). Secondo lo studio, presentato durante l’International Pediatric Congress on Environment, Nutrition and Skin Diseases a Marrakech, il 75% dei genitori, se scoprisse che il proprio figlio gioca, riterrebbe necessario intervenire.

Eppure il 90%, in base ai quanto dichiara il campione costituito da 1000 genitori, non conosce neppure il termine ludopatia e il 70% non ha mai parlato del tema gioco patologico in famiglia. Il presidente di SIMPe e Paidòss, Giuseppe Mele, lo definisce un “atteggiamento ambivalente inquietante”. “I genitori – spiega – percepiscono più o meno chiaramente che il gioco d’azzardo potrebbe essere un problema” ma “sembra quasi che sia qualcosa che non li riguardi”.

Un errore, sottolinea, “perché un bimbo che si gioca la paghetta alla sala giochi diventerà molto probabilmente un adulto che butterà lo stipendio in qualche sala scommesse”. Il rischio, però, non viene solo da videolottery e sale da bingo, in realtà il primo amo per adescare i minori può essere un semplice pc domestico, visto che oltre la metà dei genitori, ben il 51,3%, non usa nessun filtro e nessuna limitazione per evitare che i propri figli si imbattano su siti internet pericolosi. “I minori navigano liberamente senza regole né limitazioni su siti internet di qualunque sorta”, anche se “il gioco d’azzardo non ha più bisogno di un luogo fisico, lo trovi sul pc, sulle app”, mette in guardia Mele. Con l’intenzione di aumentare la consapevolezza sul rischio ludopatie nei giovani, nasce quindi la campagna dei pediatri della SIMPe “Ragazzi in gioco”, mirata a organizzare corsi dedicati agli studenti nelle scuole e ai pediatri. Contemporaneamente, però, un appello va anche alle istituzioni. Stop “a ogni tipo di pubblicità sul gioco d’azzardo in tv” e no alle app, accessibili a tutti, per scaricare giochi da smartphone e pc. Su questo il Garante per l’Infanzia dovrebbe intervenire”, chiede Mele. Infine non mancano consigli per i genitori. “La prima regola è fare il genitore”, spiega Mele. No quindi al padre/amico, la madre/amica, meglio invece “applicare livelli differenti e dare regole chiare”. In secondo luogo, sarebbe utile “stabilire contratti sull’utilizzo del cellulare e del computer, ovvero dare dispositivi in cambio della sottoscrizione di una sorta di comodato d’uso, in cui specificare che tipo di utilizzo il minore può farne e con che limiti”.

>  www.ansa.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 aprile 2014 in Mondo giovanile

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II

— Domenica 27 Aprile 2014: Solennità della Divina Misericordia —

— Concelebrazione presieduta da Papa Francesco e l’emerito Papa Benedetto XVI° —

4papi

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 aprile 2014 in Eventi ecclesiali

 

Tag: , , , , ,

Leoni Sicani vs Vitersport Viterbo

leosic 270414\\ da aggregazioneatlantide@live.it – posta in arrivo…

Cari Amici, ho il piacere di invitarvi all’ultimo incontro dei Leoni Sicani in programma domenica a Sciacca alle 11:30 presso il pala tenda Roccazzella sito in c/da Perriera. I Leoni affrontano la Vitersport Viterbo in quella che sarà la partita più importante dell’anno in palio c’è la storica qualificazione ai play off scudetto di metà maggio a Lignano Sabbiadoro. Siete tutti invitati a partecipare e a sostenerci per realizzare l’ultimo grande passo verso Lignano!!! Vi aspetto!

> Giuseppe Sanfilippo – tel. 3207075080  /  A.S.D. Leoni Sicani Onlus – www.leonisicani.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 aprile 2014 in Sport

 

Tag: , , , , ,

Giornata della Terra

gioterposta in arrivo

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 aprile 2014 in Associazioni

 

Tag: , , ,

Istat: 1 mln di famiglie senza redditi da lavoro

È lo specchio della crisi e dell’alto tasso di disoccupazione, giunto a febbraio al 13%. I dati dell’Istat riferiti al 2013 rivelano che oltre un milione di famiglie italiane è senza redditi da lavoro. Tutti i componenti “attivi” che partecipano al mercato del lavoro, cioè, sono disoccupati. Si tratta per l’esattezza di 1 milione 130 mila nuclei familiari: di questi, quasi mezzo milione (491 mila) sono coppie con figli, mentre 213 mila sono famiglie monogenitoriali.

ll numero delle famiglie dove tutte le forze lavoro sono in cerca di occupazione risulta in crescita del 18,3% rispetto al 2012 (+175 mila in termini assoluti). E nel confronto con due anni prima il rialzo supera il 50%, attestandosi al 56,5%. Si tratta – nota l’Istat – di case dove non circola denaro, ovvero risorse che abbiano come fonte il lavoro. Magari possono contare su redditi da capitale, come le rendite da affitto, o da indennità di disoccupazione, o ancora da redditi da pensione, di cui beneficiano membri della famiglia ormai ritiratisi dal lavoro attivo.

>  www.msn.com

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 aprile 2014 in La grande Crisi

 

Tag: , , , , , ,

Immagine

Auguri Pasquali

aug pasqu

 
3 commenti

Pubblicato da su 19 aprile 2014 in Pasqua

 

Tag: ,

Cos’è e com’è nata la Pasqua?

pasqMolti pensano che la Pasqua sia nata con la morte e resurrezione di Cristo, ma è una festa ben più antica di quanto immaginiamo. Oggi è facile sapere quando cadrà la Settimana Santa: basta guardare il calendario. Meglio ancora se abbiamo una di quelle agende bibliche che riportano già il giorno giusto! Ma non è stato sempre così. Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 aprile 2014 in Pasqua

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Le Uova del sorriso

\\  Un’importante iniziativa dell’associazione ALUP Onlus di Favara.

loc alup

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 aprile 2014 in Associazioni

 

Tag: , , ,

The Voice: la verità su suor Cristina

sr crist scIn esclusiva per Aleteia le parole di Padre Raffaele Giacopuzzi, direttore del Good News Festival, l’evento che ha portato alla ribalta suor Cristina Scuccia.
 
Padre, perché suor Cristina ha partecipato a The Voice?
Precisiamo subito: suor Cristiana è a The Voice perché ha partecipato a Good News Festival e per nessun altro motivo. Nel senso che io sono stato chiamato e mi è stato proposto di chiamarla e di convincerla a iscriversi, poi ovviamente ha dovuto passare i provini facendo la trafila come tutti i partecipanti. Ma prima di tutto lei era già stata notata in quanto vincitrice del Good News Festival.
Quando mi è arrivata la richiesta ho contattato le sue superiore, mi sono fatto tutta la “trafila ecclesiale” per rispettare tutto e tutti e per non creare false aspettative. La cosa bella è che le orsoline di Suor Cristina gestendo questa accademia di artisti cristiani, dove lei stessa è cresciuta e ha maturato addirittura la sua vocazione, sono state fin dall’inizio propense anche se mi hanno chiesto “ma secondo te vale la pena?” e io gli ho risposto “vale la pena per una serie di motivi, il primo è che non mandiamo una allo sbaraglio soltanto perché ha il velo ma mandiamo una che ha studiato, ha fatto un’accademia di canto, e sa il fatto suo. Inoltre ha avuto a che fare anche con gente che viene dal mondo dell’arte e dello spettacolo quindi sa come andrà a combattere, in che ring si trova”.
 
Solare e grintosa. Così è apparsa suor Cristina in TV. Ma da vicino che persona è?
Ci tengo a dire che suor Cristina è così perché è stata in Brasile, dove è normalissimo che la musica cristiana venda milioni di dischi, ed è assolutamente accettata all’interno del mercato discografico. Mentre da noi, come si è visto in questi giorni, ci sono molti bigotti che sono contro, a una suora in TV. Lei poteva immaginare quello che è successo. Perché sa che a differenza del piccolo ghetto in cui la musica cristiana è relegata in Italia, il resto del mondo non agisce in questa maniera, non ha questo tipo di pregiudizi. Si è visto con Whoopi Goldberg e Alicia Keys che senza nessun problema l’hanno twittata. Per fortuna suor Cristina è veramente libera da questi pregiudizi quando è sul palco. Quando dico libera intendo che sa trasmettere con tutta se stessa, sa comunicare quello che lei è.
 
Cosa pensa di una suora che appare in televisione? E’ quella la sua vocazione?
Ci sono vari modi di andarci, ci sono state storicamente anche persone che non erano per niente consacrate e sono state vendute come tali mentre in questo caso c’è una persona che ci va con tutta la sua comunità alle spalle, con la sua vita quotidiana che continua tranquilla. Inoltre c’è una persona innamorata di Cristo che non ha paura quindi di usare anche parole d’amore per parlare di Lui. D’altronde il Cantico dei Cantici a me sembra che stia sulla Bibbia per cui non c’è niente di nuovo in questo. E quindi suor Cristina io la vedo come una ragazza che magari al di fuori del palcoscenico ha la sua timidezza, la sua riservatezza, il che è bello perché vuol dire prima di tutto che non vuole svendersi o non sta cercando di farsi notare.
Suor Cristina ha una sorgente forte dentro di sé e ha imparato il modo per esprimerla perché ci vuole la tecnica poi per potersi esprimere nel modo giusto e questo la gente lo vede e lo sa riconoscere. E ne gioisce. C’era una vecchia poesia di Yeats che poi è stata musicata anche da Branduardi, “Il violinista di Dooney”, in cui lui suona il violino e dice, parlando di suo fratello prete, “Io so che la gente buona ama il violino e ama far festa e ama essere nella gioia e quindi io sto facendo quasi quasi più di mio fratello anche se è prete”.  Ecco Suor Cristina mette insieme queste cose. E oggi come oggi comunicare che il Vangelo è prima di tutto gioia, e che Cristo non ti toglie niente ma anzi vuole darti di più, penso sia la cosa più bella da comunicare.
 
E Papa Francesco….
Il Papa chiede questo e lo chiede soprattutto ai religiosi: essere gente che fa risplendere la bellezza e la forza del Vangelo. Gente che deve andare in frontiere nuove, se non è una frontiera nuova questa… Secondo me siamo proprio dentro nel mandato che Papa Francesco ci ha dato. Inoltre a me ha colpito molto una cosa: parlando con suor Cristina sulla sua scelta di andare nel team di J-Ax mi ha detto: “l’ho scelto perché ho ben presente che il Papa ci manda nelle periferie e effettivamente ancora di più di Pelù, J-Ax è proprio quello che è fiero del suo venire dalla periferia, di parlare con le parole della gente di periferia.”
Una cosa che nessuno ha detto e che vorrei sottolineare è questa: i giovani che sono a “the Voice” sono un grande ambito pastorale per suor Cristina. Potrà capitare (ne sono certo) che qualcuno chiederà a lei di pregare per loro. Insomma lei è un segno della vicinanza di Dio anche per loro.
 

>  Corrado Paolucciwww.aleteia.org

 
 

Tag: , , , , , , , ,