RSS

Cittadinanza: perché chiediamo una riforma

16 Nov

iocometuIl diritto di ogni bambino ad acquisire una cittadinanza è sancito dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (art. 7).

In Italia, la normativa vigente (L. 91/1992) fonda la cittadinanza sul principio dello “ius sanguinis”.  Chi nasce in Italia da genitori stranieri, seppure regolarmente residenti, non è dunque un cittadino italiano, ma titolare di un permesso di soggiorno temporaneo, che deve essere rinnovato fino al compimento dei 18 anni.

Inoltre, in qualsiasi momento il minore può essere privato di questo permesso per ragioni legate alle vicende economiche della sua famiglia, e ritrovarsi espulso dal Paese in cui è nato e cresciuto.

L’UNICEF Italia sollecita una riforma della legge italiana che sia orientata ai principi di non discriminazione e del superiore interesse dell’infanzia, propri della Convenzione ONU.

landing_anci

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 novembre 2013 in Unicef

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: