RSS

Archivio mensile:ottobre 2013

Bando per la selezione di n. 8.146 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero

Presidenza del Consiglio dei Ministri – DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE – Ufficio per il servizio civile nazionale

È indetto un bando per la selezione di n. 8.146 volontari, da avviare al servizio nell’anno 2013 nei progetti di servizio civile in Italia e all’estero, presentati dagli enti di cui all’Allegato 1, approvati dal Dipartimento ai sensi dell’articolo 6, comma 4, del decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77, utilmente collocati in graduatoria.
L’impiego dei volontari nei progetti decorre dalla data che verrà comunicata dal Dipartimento agli enti e ai volontari – tenendo conto, compatibilmente con la data di arrivo delle graduatorie e con l’entità delle richieste, delle date proposte dagli enti – secondo le procedure e le modalità indicate al successivo articolo 6, a seguito dell’esame delle graduatorie.
La durata del servizio è di dodici mesi.
Ai volontari in servizio civile spetta un assegno mensile di 433, 80 euro.
 
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
– essere cittadini italiani;
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. 
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.
 
Non possono presentare domanda i giovani che:
a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi. 
La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 4 novembre 2013 Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.
La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
– redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 2 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso;
– accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
– corredata dalla scheda di cui all’Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli.
 
Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
2) a mezzo “raccomandata A/R”;
3) a mano.
 
E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati.

>  nostro estratto dal sito  www.serviziocivile.gov.it

\\\  L’Aggregazione Atlantide mette a disposizione di chiunque ne avesse eventualmente bisogno, un proprio servizio di informazione e assistenza gratuita. Rivolgersi al seguente indirizzo: Vicolo Antinori, 20 – Santa Margherita di Belice – tel: 389.1963299.

 
 

Tag: , , , , ,

Il tour siciliano della Transizione passa per il Belice

\\  Riceviamo e Pubblichiamo…  >>   

LETTERA INVITO  /  COMUNICATO STAMPA

Microsoft Word - transition.docBuongiorno a tutti e a tutte,
anche se il Belice sembra timido e silenzioso nel suo cammino di presa di consapevolezza circa i legami tra gli esseri che abitano il Pianeta, il cambiamento è in atto…
cambia il comportamento del singolo, si formano gruppi, si creano relazioni, si rivaluta il valore della Terra, si gettano i primi passi per un’economia solidale che valorizza le risorse umane, materiali e immateriali del territorio (DES Belice)…
per il bisogno di un passaggio, un cambiamento di stato sempre più necessario e urgente.
Il contributo come singolo è fondamentale ma non basta. Il cambiamento esige la “messa in relazione” tra persone e la condivisione di un’intenzione chiara e una prospettiva comune come comunità locale.
La rete di TRANSIZIONE è un esperimento di presa di consapevolezza e azione comune che parte da comunità locali diffuse in tutto il mondo.  
Giovedì 17 ottobre, la Transizione passa per il Belice. Un incontro per conoscere e scambiarsi le tappe del cammino, raccontarsi e ritrovare i “perché” del cambiamento e l’ispirazione.  
L’incontro si terrà a S. Margherita di Belice – Teatro S. Alessandro -, alle ore 18,00.
Intanto gruppi di amici, famiglie e associazioni si riuniscono per prepararsi all’evento, cominciando semplicemente dalla visione condivisa del documentario Transition 1.0: http://vimeo.com/17134235
Ai rincontri!
In allegato la locandina del tour siciliano e del training.
Link: http://transitionitalia.wordpress.com/
Pre- Eventi in programmazione:
– Palermo: http://www.watershipdown.it/ai1ec_event/presentazione-transition-sicily-tour/?instance_id=231
– Belice: stiamo organizzando la visione del documentario per luned¡ 14 ottobre. Chi fosse interessato può contattarci. 

>  Ass. Il filo d’Arianna

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 ottobre 2013 in Associazioni

 

Tag: , , , ,

Immagine

Verifica e Programmazione

vep

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 ottobre 2013 in Incontri

 

Tag: ,

In Italia, un adulto su tre “scarso” in lettura e matematica

adulti pcUn adulto su cinque in Europa possiede esigue competenze alfabetiche e matematiche e nemmeno un diploma di laurea in una medesima materia garantisce l’equivalenza del livello di competenze in paesi diversi. E’ quanto emerge dalla prima indagine completa a livello internazionale sulle competenze degli adulti pubblicata da Ocse e Commissione europea.

In Spagna e Italia, un adulto su tre possiede capacità alfabetiche e matematiche scarse; in Irlanda, Francia, Polonia e Regno Unito, uno su cinque. Risultati deludenti anche per gli Stati Uniti in matematica, settore in cui il Giappone è in vetta alla classifica. Non va meglio con l’informatica. Secondo la ricerca, il 25% degli adulti non possiede le competenze digitali necessarie per usare le tlc in modo efficace. Più del 40% della popolazione adulta nei Paesi Bassi, in Finlandia e in Svezia, possiede un’elevata capacità di risoluzione dei problemi nell’ambito delle tlc, mentre in Spagna, Italia, Cipro, Polonia e Slovacchia, quasi un adulto su quattro non possiede competenze informatiche di nessun genere, cioè non è in grado di usare il computer neanche nelle sue funzioni più elementari, come ad esempio l’uso del “mouse”. Questo indicatore scende fino a una persona su quattordici in Olanda, Norvegia e Svezia.

Nei Paesi Bassi ed in Finlandia, i punteggi inerenti alle competenze alfabetiche degli studenti che hanno recentemente completato la scuola secondaria superiore si avvicinano, o sono più elevati, rispetto a quelli dei laureati in Irlanda, Spagna, Italia, Cipro e Regno Unito (Inghilterra/Irlanda del Nord). In Belgio (Fiandre), Spagna, Francia, Italia e Finlandia, la padronanza delle competenze alfabetiche e matematiche è notevolmente più elevata tra le persone di età compresa tra 25 e 34 anni, che tra quelle di età compresa tra 55 e 65 anni.

In una nota, i ministri del Lavoro, Enrico Giovannini, e dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, hanno parlato di “dati allarmanti che impongono un’inversione di marcia”. “Il governo ha già adottato diverse misure orientate a potenziare il sistema formativo e a fronteggiare l’emergenza Neet (giovani che non studiano, né lavorano). In particolare, con il “decreto Lavoro” dello scorso giugno e il “decreto Scuola” approvato a settembre, sono stati stanziati complessivamente oltre 560 milioni di euro per il triennio 2013-2015”, dicono i ministri, aggiungendo che “per identificare ulteriori interventi, è stata costituita “una commissione di esperti”.

Alla ricerca hanno partecipato 166.000 adulti di cui sono state valutate le capacità matematiche, di lettura e soluzione dei problemi. Secondo l’Ocse, la ricerca – la prima del genere – conferma una precedente indagine dell’Organizzazione, da cui è emerso che scuole di qualità sono un indice importante del successo negli adulti.

http://www.msn.com

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il volontariato allunga la vita

fare volontAdnkronos Salute  —  Aiutare il prossimo con il volontariato può allungare la vita. Arrivando a ridurre il rischio di mortalità del 20% in chi fa della solidarietà una regola di vita rispetto a chi è meno sensibile verso questo tipo di attività. A stabilirlo è una revisione sistematica e una meta-analisi condotta dall’University of Exeter (Gb) pubblicata su Bmc Public Health. I volontari – riporta la ricerca – hanno livelli più bassi di depressione, una maggiore soddisfazione personale e quindi un benessere psico-fisico più alto, rispetto a chi non si prodiga per il prossimo. Recentemente anche uno studio della Carnegie Mellon University di Pittsburgh (Usa), pubblicato sulla rivista Psychology and Aging, ha evidenziato come fare volontariato può ridurre il rischio di ipertensione del 40%, ma solo se si è ‘over 50’.

A livello mondiale, la prevalenza di adulti che danno una mano nel sociale varia con stime del 22,5% in Europa, al 36% in Australia e al 27% negli Stati Uniti. “Molti studi – riporta il lavoro – hanno messo in evidenza i benefici, presunti, per la salute dal fare volontariato. Tra cui una maggiore longevità, una migliore qualità di vita, la riduzione dello stress e dell’ospedalizzazione, ma queste prove spesso non sono basate su prove comparative. La nostra revisione invece – precisano i ricercatori – ha raccolto 40 articoli che riportato i dati di 9 prove sperimentali e 16 studi di coorte che confermano le qualità salutari del volontariato”. Secondo Suzanne Richards, autrice della ricerca, “i risultati indicano che il volontariato è associato a miglioramenti della salute mentale, ma è necessario un ulteriore lavoro per stabilire se il volontariato è in realtà l’unica variante o se sono associate a questa anche i fattori biologici e culturali. La sfida – conclude – è quella di continuare ad incoraggiare le persone, che vengono da estrazioni sociali diversi, ad esplorare questo tipo di attività”

>  www.panorama.it

 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Immagine

Orchidea 2013 – Atlantide con Unicef a Santa Margherita e Montevago

loc orch 13

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 ottobre 2013 in Orchidea 2013

 

Tag: , , , , , , , , ,

Immagine

Lutto Nazionale per la tragedia di Lampedusa

bandiera_italia_lutto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 ottobre 2013 in Calamità

 

Tag: , , ,

Immagine

Orchidea 2013 – Laboratorio Creativo

lab cre

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 ottobre 2013 in Orchidea 2013

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Importante raduno delle Banche del Tempo siciliane a Caltanissetta

bdt_clSi sono dati appuntamento nella giornata di sabato 28 Settembre, all’Istituto “Testasecca” nel cuore di Caltanissetta, i rappresentanti di diverse BdT siciliane con l’obiettivo di discutere e firmare la Carta d’Intenti volta alla costituzione di un Coordinamento Regionale. Intorno alle ore 14.00 un lungo applauso ha suggellato l’accettazione del contenuto della Carta: adesso, appositi gruppi di lavoro selezionati avranno il compito di mettere in moto la macchina organizzativa che, dopo un normale lasso di tempo di assestamento, condurranno il Coordinamento a un vero e proprio riconoscimento giuridico, così da poter colloquiare coi competenti assessorati regionali per presentare progetti o ottenere contributi. Presenti le delegazioni delle BdT di Caltanissetta (il presidente Armando Lunetta ha fatto gli onori di casa e ha moderato gli interventi), Alì Terme, Catania, Fiumefreddo di Sicilia, Cefalù, Enna, Palermo, Messina, Patti e Castelbuono. Fra i propositi anche quello di dare vita a un sito Internet del Coordinamento Regionale ed organizzare, ciascuna nella sua città, lo stesso tipo di manifestazione, nello stesso giorno, così da avere maggiore visibilità e dare risalto all’importanza del ruolo che le Banche del Tempo hanno nel sociale. Nella foto: Armando Lunetta (BdT Caltanissetta), Nina Di Nuzzo (BdT Alì Terme) e Anna Ferreri (BdT Fiumefreddo di Sicilia).

>  Orazio Leottawww.gazzettaionica.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 ottobre 2013 in BdT Il Mosaico

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,