RSS

Pollina. “La valorizzazione del territorio attraverso le De.Co”. Tavola rotonda il 23 agosto

21 Ago

\\  Riceviamo e pubblichiamo…  >>

Diapositiva1Nell’ambito delle manifestazioni legate alla Sagra della Manna, si terrà a Pollina, il 23 agosto, alle ore 10, presso l’Aula consiliare, la tavola rotonda sul tema: “La valorizzazione dell’identità del territorio attraverso le Denominazioni Comunali”. Per l’On. Magda Culotta, Sindaco di Pollina, in tutta Italia e soprattutto al Sud ci troviamo di fronte alla possibilità di individuare prodotti locali privilegiati che, una volta conosciuti, porteranno alla creazione e alla conferma di medie e piccole imprese locali e alla valorizzazione dei territori che li custodiscono. Partiamo da Pollina, dalle Madonie, partiamo dalla Manna   La Denominazione Comunale non è un marchio di qualità, ma la carta d’identità di un prodotto, un’attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto o una produzione al luogo storico di origine.In altri termini, è  una attestazione che il Sindaco, a seguito di una delibera comunale, certifica, con pochi e semplici parametri, il luogo di “nascita” e di “crescita” di un prodotto e che ha un forte e significativo valore identitario per una Comunità.

Il percorso di programmazione partecipata GeniusLoci De.Co per la Sicilia,  elaborato dalla Libera Università Rurale Saper&Sapor, inserito tra gli esempi virtuosi del  Forum Italiano dei Movimenti per la terra e il paesaggio e presentato  al Poster Session del Forum Pa 2013 di Roma,  prevede un modello di De.Co per la Sicilia, a burocrazia zero e chiaramente a costo zero, per le aziende, per le istituzioni e per i cittadini, dove gli elementi essenziali di relazionalità sono: territorio, tradizioni, tipicità, tracciabilità, trasparenza, che rappresentano la vera componente innovativa. La De.Co. non è un marchio, non è un “prodotto tipico”;   per legge i prodotti tipici e di qualità sono solo quelli a marchio Dop ed Igp, Doc, ect., regolamentati dal Regolamento della Comunità Europea 510/06 e a marchio Stg disciplinato dal Regolamento 509/06.

La De.Co. è, invece, un prodotto del territorio (un piatto, un dolce, un sapere, un evento, ecc) con i quali una comunità si identifica. L’identità è valore incommensurabile: il prodotto può essere copiato, l’identità di un territorio no. Con la De.Co. infatti, ogni comune identifica le proprie storia, che la tradizione tramanda e come tale cerca di valorizzare un prodotto De.Co.; costituisce pertanto un consolidamento dell’identità di un determinato territorio, favorendo il suo indotto turistico ed economico nel suo insieme. «Amo ripetere nei convegni, afferma Nino Sutera, che i prodotti identitari sono stati capaci di resistere a tutti i tipi di intemperie, ma c’è il rischio che una De.Co. super burocratizzata ne decreti la fine».

Dopo i saluti del Sindaco Magda Culotta, interverranno, tra gli altri: Bartolo Vienna (Presidente Gal Isc Madonie), Francesca Cerami e Giuseppe Carruba (I.Di.Med.), Giuseppe Bivona (Lurss), Rosario Schicchi (Università di Palermo), Maria Luisa Virga (Soat) ed Alessandro Ficile (So.svi.ma) e Nino Sutera. “Sarà un momento importante per delineare le procedure di attivazione del percorso per il riconoscimento delle de.co., a promozione del prodotto territorio”, conclude Dario Costanzo, responsabile di piano del Gal Madonie, promotore dell’iniziativa.

Annunci
 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: