RSS

Archivio mensile:dicembre 2012

Immagine

Buon 2013 !

2013

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 dicembre 2012 in Natale

 

Tag: , ,

Sanità, in Sicilia ticket per ricette e ricovero

Un ticket di un euro per le ricette mediche, fermo restando le attuali fasce di esenzione, e un ticket per i ricoveri ospedalieri: 10 euro al giorno fino a un massimo di 7 giorni per chi ha un reddito superiore a 50 mila euro lordi all’anno e 25 euro per i redditi superiori a 100 mila euro. I nuovi ticket sono previsti nella legge di stabilità approvata dal governo della Regione, presieduto da Rosario Crocetta. I ticket consentiranno alla Regione di incassare circa 23 milioni di euro all’anno: 15 mln per le ricette mediche e 8 mln per i ricoveri. “Si tratta di un contributo di solidarietà” dice l’assessore regionale all’Economia, Luca Bianchi, incontrando la stampa assieme al governatore Rosario Crocetta per presentare la legge di stabilità e il bilancio approvati dalla giunta.
Tagli alla spesa per 900 milioni di euro sono previsti nel bilancio approvato dalla giunta regionale presieduta da Rosario Crocetta. L’assessore all’Economia Luca Bianchi, incontrando la stampa, parla di “un pacchetto complicato e doloroso”. “Chiediamo sacrifici a tutti i siciliani, salvaguardando le fasce più deboli”, afferma Bianchi. La spesa nel complesso viene ridotta dell’8 per cento, “alcuni capitoli sono ridotti del 40 per cento, altri del 20 per cento e non ci sono tagli orizzontali”.
Bianchi ha spiegato di aver trovato alcuni capitoli con appostamenti pari a zero, tra cui quelli per gli enti locali e per i forestali. Per queste due voci, il governo ha stanziato tra bilancio di previsione e finanziaria 300 milioni (enti locali, rispetto a un fabbisogno di 600 mln) e altri 100 mln per i forestali. “Risorse certo insufficienti, ma partivamo da zero e sicuramente saranno integrate”, ha detto Bianchi. Il governo ha cancellato alcuni capitoli d’entrata “aleatori”, come quello relativo alla valorizzazione del patrimonio immobiliare.
“Il bilancio sarà in equilibrio e finanzieremo per intero la spesa sanitaria”, ha aggiunto l’assessore. Su un bilancio di 24 miliardi di euro, il 60 per cento dei fondi è bloccato dalla spesa sanitaria e da quella degli enti locali. I tagli incidono soprattutto sulla spesa di gestione dell’amministrazione, con una sforbiciata del 40 per cento. La legge di stabilità prevede il taglio di alcuni contratti a fornitori esterni, per un risparmio quantificato in 60 milioni di euro rispetto al 2012 e di 200 mln rispetto al 2011. Per finanziare la proroga dei precari, circa 23 mila, saranno utilizzati circa 330 milioni di euro appostati nel fondo globale. Il governo assicurerà inoltre la copertura intera per il cofinanziamento della spesa dei fondi Ue.

PENSIONI. Riduzioni delle pensioni di reversibilità e divieti di cumulo in Sicilia per i pensionati della Regione in linea con la normativa nazionale. E’ quanto è previsto nella legge di stabilità presentata alla stampa dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta, dall’assessore all’Economia Luca Bianchi e dal ragioniere generale Mariano Pisciotta. La pensione di reversibilità passerà dall’80 al 60 per cento. I tecnici non hanno ancora quantificato la minore spesa per le casse pubbliche.

www.gds.it – 29/12/2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 dicembre 2012 in Politica e Istituzioni

 

Tag: , , , , , , , , ,

Tutte le Foto del Christmas Together

ct12-32

Guarda la FotoGallery…  https://skydrive.live.com/redir?resid=423877D9218000F5!2046

 
 

Tag: , ,

Immagine

Christmas Together 2012

loc Chr Tog 12

 
 

Tag: , , ,

Immagine

Auguri! Buon Natale!

buon natale pic

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 dicembre 2012 in Natale

 

Tag: , ,

45 milioni per il Belice

COMUNICATO STAMPA  –  Dopo mesi di lavoro, di duro confronto, di riunioni, di concertazione tra Ministeri, Regione Siciliana, Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, è stato approvato ieri, in Commissione Bilancio del Senato un emendamento all’articolo 2 comma 13 del testo della legge di stabilità (legge finanziaria dello Stato), primo firmatario il Sen. A. D’Alì, cofirmatari i Senatori Simona Vicari, Giampiero D’Alia, Salvo Fleres, che assegna ai comuni della Valle del Belìce 35 milioni di euro, che si vanno ad aggiungere ai 10 milioni già votati dalla Camera dei Deputati, a seguito di un emendamento dell’On. G. Marinello.

Somme che, destinate in massima parte al completamento degli interventi di edilizia privata ed in parte ad opere pubbliche, saranno impegnate sul Fondo di Solidarietà e Coesione 2007-2013, per come definito in dettaglio nell’ultimo tavolo di confronto che s’è tenuto a Roma lo scorso 4 ottobre proprio al Ministero della Coesione Territoriale, presente il coordinatore Nicola Catania che – come si legge nel comunicato – ha svolto un approfondito e puntuale lavoro preparatorio, oltre ad una vera e propria azione di mediazione tecnica-politica.  Il Lavoro è poi proseguito nelle aule delle commissioni parlamentari, dove sono stati concertati gli emendamenti in questione, che hanno poi trovato il voto favorevole grazie all’impegno politico della deputazione interessata. “Siamo particolarmente soddisfatti – ha dichiarato Nicola Catania – di essere riusciti ad ottenere questo finanziamento e di aver fatto comprendere in tutte le sedi istituzionali ciò che sosteniamo da anni, relativamente all’ingiustizia e al mancato rispetto dei diritti maturati, che hanno subito le nostre popolazioni; ritengo che sia indispensabile partire da questo risultato per avviare un processo di analisi condivisa che guardi “oltre il terremoto” ed in particolare ad un armonico processo di sviluppo economico delle aree interne del Belice, senza per questo abbandonare le nostre legittime rivendicazioni. Volevo a nome mio personale e dei 21 Sindaci del Belice ringraziare i Parlamentari che da sempre si sono battuti al nostro fianco, primo fra tutti il Sen. A. D’Ali che non ha mai abbandonato il Coordinamento nelle varie fasi, credendo fino in fondo ad una soluzione doverosa da parte dello Stato, estendendo i doverosi ringraziamenti alla Senatrice Simona Vicari, la cui azione politica è stata preziosa nella fase di approvazione, oltre ai Senatori D’Alia, Fleres, all’ On. Marinello, e tutti gli altri Parlamentari Siciliani che si sono sempre interessati.  Sento inoltre il dovere di ringraziare il Presidente del Senato Renato Schifani, che ha seguito personalmente l’iter dell’emendamento fino al suo esito positivo in commissione”.

>  www.belicenews.it – 20/12/20212N

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 dicembre 2012 in Politica e Istituzioni

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Nati per crescere, combattiamo la cultura della morte

cav 14 dic“Qual è il luogo più a rischio per la vita? Credete l’autostrada, l’aeroporto? No, oggi, il luogo più a rischio per la vita umana è il seno materno. Centomila non ne escono vivi in Italia e dicono 40 milioni nel mondo. Per questo, tuffandosi dentro di se,  bisogna ripetere forte: “Io ci sono”. L’essere è un ricevere vita. Il tempo è una finestra e la nostra vita transita dentro questa finestra per un tempo limitato. La nostra vita va verso l’oltre, il mistero o, per chi ha fede, verso la rinascita. Si deve assaporare questo limite con la gioia di esserci, poiché questo esserci è un regalo. La vita è un dono.

Con questi concetti il Dott. Giuseppe Anzani, Vice Presidente nazionale del Movimento per la Vita, ha aperto l’incontro tenutosi a Menfi (Ag) dal titolo “Nati per crescere”. Un evento, organizzato dal Centro Aiuto alla Vita di Menfi che ha visto anche l’importante presenza della Dott.ssa Giuseppa Petralia, Presidente della Federazione Regione Sicilia del Movimento per la Vita. Un evento volto a sensibilizzare e trattare l’importante ruolo dell’essere nuovo, cioè il figlio, e quindi della Vita e sottolineare la rilevanza dei CAV per sostenere la maternità, contro l’aborto visto come un semplice intervento e contro l’abbandono.

Una sfida, quella del Movimento per la Vita, contro la cultura della morte che, come ha dichiarato la Dott.ssa Petralia: “Deve essere sostenuta dalle istituzioni nazionali e regionali per creare una rete volta a sostenere ogni madre, ogni bimbo. Non si fa mai abbastanza, ma occorre evidenziare l’essenziale apporto dei volontari che si spendono contro questa cultura della morte dilagante”

>  Alfonso Fiumarella – 16/12/2012 – http://www.tempieterre.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 dicembre 2012 in Associazioni

 

Tag: , , , , , ,