RSS

Archivio mensile:ottobre 2012

Disoccupazione al top

Si riaccende l’allarme lavoro, con il numero dei disoccupati che a settembre raggiunge un record storico, il livello più alto da almeno venti anni. Si tratta di un esercito di quasi 2,8 milioni di persone, tutti alla ricerca di un posto che non si trova. Una caccia sempre più drammatica, soprattutto per i giovani: tra gli under 25 oltre 600 mila sono senza lavoro. Ecco che il “bollettino” dell’Istat non fa altro che registrare nuovi peggioramenti: anche il tasso di disoccupazione aggiorna il suo massimo, salendo al 10,8%, mentre per i ragazzi vola al 35,1%. Come se non bastasse il numero di coloro che un posto lo avevano, va diminuendo. Allo stesso tempo, si riversa sul mercato del lavoro, riscuotendo poco successo, una folta schiera di persone che in passato potevano permettersi di andare avanti senza un impiego.

Basti pensare che a settembre la lista dei disoccupati si allunga di 62 mila nomi, prevalentemente uomini, nel giro di un solo mese e di 554 mila su base annua. I nuovi senza lavoro sono persone che hanno perso il posto (57 mila rispetto ad agosto) o che, dopo essersi mantenuti ai margini del mercato, sono state costrette dalla crisi a uscire allo scoperto. Si tratta quindi di ex inattivi, coloro che né hanno un posto né lo cercano: il loro numero cala di oltre mezzo milione di unità, probabilmente casalinghe o studenti che hanno deciso di mettersi sulle tracce di un impiego.

Torna a crescere la disoccupazione giovanile. A settembre il tasso di disoccupazione nella fascia d’età 15-24 anni (dato provvisorio e destagionalizzato) è stato pari al 35,1% in aumento di 1,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,7 punti nel confronto tendenziale. E’ quanto rileva l’Istat. Tra i giovani, riferisce l’istituto di statistica, le persone in cerca di lavoro sono 608mila e rappresentano il 10,1% della popolazione nella fascia d’età 15-24 anni. Il tasso di disoccupazione, sottolinea inoltre l’Istat, misura l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di occupazione.

>  www.tiscali.it – 31/10/2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 ottobre 2012 in La grande Crisi

 

Tag: , , ,

A Menfi, le reliquie di Giovanni Paolo II°

Karol Wojtyla, di origine polacca, già arcivescovo di Cracovia, nominato cardinale il 26 giugno 1967 da Paolo VI, viene eletto Papa il 16 ottobre 1978, con il nome di Giovanni Paolo II. Il primo Papa polacco, in assoluto, nella storia della chiesa. Un Papa con precedenti sportivi, colto e anticonformista. Un Papa forte, che rivoluziona sin da subito i rapporti chiesa-fedeli dentro la nostra società occidentale. Papa Wojtyla ha guidato la Chiesa dal secondo al terzo millennio, dandole una visibilità senza precedenti. Ha combattuto con coraggio la malattia, l’agonia e infine la morte, avvenuta il 2 aprile del 2005. Ieri sera le sue reliquie sono giunte nella chiesa della Madonna del Soccorso di Menfi, dove resteranno esposte per tutta la settimana, accolte, con estrema devozione, da tutta la comunità.

Oltre al reliquiario contenente la goccia del sangue di Papa Wojtyla, a Menfi è anche arrivato lo zucchetto che il Papa portava in testa, la croce pettorale di quando era cardinale, la corona del rosario, a testimonianza della forte devozione che nutriva nei confronti della Madonna, e la teca contenente le ostie con le quali distribuiva la comunione ai malati e agli anziani, visitati personalmente da lui. Un Papa che non dimenticheremo mai.

>  Vittoria Russowww.teleradiosciacca.it – 30/12/2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 ottobre 2012 in Ecclesia

 

Tag: , , ,

Regionali, gli eletti nella provincia di Agrigento

I consiglieri regionali eletti nella provincia di Agrigento:
Salvatore Cascio (Cantiere popolare)
Enzo Fontana  (Pdl)
Matteo Mangiacavallo (Movimento 5 Stelle)
Michele Cimino (Grande Sud)
Giovanni Panepinto (PD)
Lillo Firetto (UDC)
Roberto Di Mauro (MPA)

Firetto, eletto nelle fila dell’UDC è inserito anche nel listino, quindi lascerà il posto alla seconda eletta, la montevaghese Margherita La Rocca Ruvolo.

A tutti, i nostri migliori auguri di buon lavoro nell’interesse dei cittadini siciliani.

 
 

Tag: , , , , , , , , ,

L’Aggregazione ha compiuto 6 anni – Auguri!

Chiunque vuole fare dei commenti, delle critiche e magari delle proposte, avrà il nostro benvenuto. Noi abbiamo la chiara consapevolezza che non si finisce mai di imparare e quindi migliorare; pertanto, anche chi conosce poco l’Aggregazione, se vuole può fare le proprie osservazioni. Grazie…

 
 

Tag:

Immagine

Ritorna l’ora solare

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 ottobre 2012 in Attualità e Cultura

 

Tag:

Scosse sismiche tra Calabria e Basilicata

COSENZA – Forte scossa di terremoto di magnitudo 5 è stata registrata la scorsa notte all’1,05 nella zona del massiccio del Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria, tra le province di Potenza e Cosenza. L’epicentro, secondo l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), è localizzato tra i comuni di Mormanno, Laino Castello e Laino Borgo, nel Cosentino, e nel comune di Rotondo, in provincia di Potenza. Per lo spavento provocato dal terremoto un uomo di 84 anni è morto per infarto a Scalea, località marittima del cosentino non lontana dall’epicentro. Subito dopo il sisma, l’anziano è stato colto da malore nella sua abitazione ed è deceduto nonostante i soccorsi prestatigli dai parenti.
In tutto ci sono state 22 scosse, tra i 2 e i 3.3 di magnitudo. Dopo la più forte, le altre sono state registrate in rapida successione tra l’1,12 e le 3,31. In seguito al terremoto di magnitudo 5 registrata stanotte, la cattedrale di Mormanno è stata dichiarata inagibile a causa di vaste lesioni nella volta. Lo ha riferito il comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza, colonnello Francesco Ferace, che si trova a Mormanno insieme al prefetto Raffaele Cannizzaro. Anche nella chiesa si è verificata la caduta di calcinacci. La strada per Campotenese, inoltre, è interrotta per il distacco di alcuni massi da un costone. Disposta la chiusura delle scuole per due giorni a Castrovillari e in tutti i centri colpiti dallo sciame di stanotte.
Intanto, secondo quanto riferito dal presidente del parco del Pollino, Mimmo Pappaterra, è atteso l’arrivo di una colonna mobile per la sistemazione nelle tende di una cinquantina di pazienti dell’ospedale, evacuati dopo la scossa. Ferace e il prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro, sono sul posto.

ROMA – La scossa di terremoto che nella notte ha colpito l’area del Pollino è stata avvertita dalla Sicilia al Molise. Il maggior numero di segnalazioni arrivate all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) proviene dal comune di Rende, in provincia di Cosenza, poi da Napoli e Cosenza. Ma il terremoto è stato avvertito dalla popolazione anche dalle provincie di Catania e Messina fino a quelle di Isernia e Campobasso da dove arrivano anche diverse segnalazioni.

Le segnalazioni vengono raccolte tramite il sito internet “Hai sentito il terremoto” dell’Ingv, nato per monitorare in tempo reale gli effetti dei terremoti italiani e per informare la popolazione sull’attività sismica. La sua realizzazione, spiega l’Ingv, è resa possibile grazie al contributo di ogni persona che, compilando un questionario online descrive la propria esperienza. I dati dei questionari vengono utilizzati dall’Ingv per compilare delle mappe dei risentimenti dei terremoti e si aggiornano ogni volta che è compilato un nuovo questionario.

>  www.gds.it – 26/10/2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 ottobre 2012 in Calamità

 

Tag: , , , ,

Votiamo

Domenica 28 ottobre si vota. E bisogna andare a votare. Anche se fra quanti fanno politica, tanti finora ci possano aver deluso, ciò non giustificherebbe un nostro eventuale venir meno nell’esercizio di una scelta fra le più importanti.

Facciamoci rappresentare da coloro che meglio interpretano le nostre ragioni. Scegliamo ricordandoci che non votare non costruisce e votare in maniera irresponsabile ci rende complici.

 
 

Tag:

Immagine

Muoviti, tu che puoi!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 ottobre 2012 in Attualità e Cultura

 

Tag: , ,

Lavori al Cimitero di S. Margherita

Un lavoro delicato, eseguito con la massima attenzione da una squadra di operai della Forestale, arrivati sul posto nella mattinata di ieri. Un lavoro che durerà diversi giorni, da svolgere con cautela, per non arrecare ulteriori danni agli arredi ornamentali delle tombe danneggiate dai tronchi. I tronchi degli alberi di cipresso italico, alcuni dei quali di oltre mezzo metro di diametro, vengono tagliati, separati dalle chiome e, con l’intervento degli operai del Comune belicino, rimossi dall’area cimiteriale. Ci vorranno alcuni giorni ed è una corsa contro il tempo per liberare l’area cimiteriale da tutta la vegetazione.

“Si spera di riuscire entro il primo novembre, giorno di Commemorazione dei Defunti, a riaprire ulteriori zone del cimitero monumentale, da una settimana interdetto ai visitatori”, evidenzia il Sindaco Franco Valenti, che aggiunge: “Faremo di tutto, ma sappiamo già che delle difficoltà, al momento insuperabili, si registrano nella parte centrale del cimitero”. E’ questa, infatti, la zona che ha subito danni maggiori. Resterà sicuramente interdetta ai visitatori. In sostanza, si prevede una riapertura parziale del cimitero. Già la zona nord, quella nuova è stata riaperta. Resterà chiusa quella centrale dove si trovano buona parte delle 500 tombe danneggiate. Intanto, è stato attivato con la Protezione Civile regionale l’iter per giungere al riconoscimento dello stato di calamità naturale, mentre non sembra che emergano problemi di carattere igienico sanitario. E’ stato verificato nel corso di un sopralluogo con il dirigente medico dell’Asp Melchiorre Buscarnera. Ieri sera si è svolta una seduta straordinaria del consiglio comunale. Votata all’unanimità la richiesta riguardante la dichiarazione dello stato di calamità naturale per i danni al territorio di Santa Margherita di Belice.

Francesco Graffeowww.teleradiosciacca.it – 23/10/2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 ottobre 2012 in Nubifragio 15/10/2012

 

Tag: , , , , , , ,

Auto e moto d’epoca: le foto del 1° Raduno

Circa 70 vetture e 15 motocicli d’epoca si sono dati appuntamento giorno 14 ottobre 2012 a Santa Margherita di Belice in occasione del “1° Raduno auto e moto d’epoca” organizzato dal margheritese Paolo Cacioppo, in occasione del “FicodindiaFest”. Erano presenti 5 club rispettivamente di Mazara, Castelvetrano, Marsala, Trapani e Corleone. Il Gruppo delle 500, numeroso, è stato posizionato su di un lato di via Libertà, mentre le restanti auto sul lato opposto. Non mancavano i miti dell’automobilismo sportivo come Porsche 911, Ferrari Dino, Alfa Gt: nomi che hanno scritto righe di storia nelle gare. Ma anche Mercedes del 62, Fiat 600, Lancia Fulvia, Fiat 124, Jeep Willy’s M38 e Mini Cooper.

I partecipanti dopo un breve giro per le vie cittadine hanno visitato Piazza Matteotti ed assaporato le pietanze a base di fichi d’india. Prima di concludere la manifestazione sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ad ognuno di essi.

Foto a cura di Paolo Cacioppo  —  Guarda la Fotogallery  >>

https://skydrive.live.com/redir?resid=423877D9218000F5!1898

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 ottobre 2012 in Attualità e Cultura

 

Tag: , , , , , , , , ,