RSS

Il “cittadino” ci scrive ancora

16 Set

Anonimo
demopolitica@virgilio.it –
2.192.239.114      Inviato il 15/09/2012 alle 22:45

Vi chiedo gentilmente di pubblicare questo mio post. “Confronto, dialogo e molto altro a Santa Margherita. Proposta anonima per un paese senza identità.” Mi scuso per il disturbo. Se si faranno dei passi avanti, non avrò più motivo di scrivere anonimamente. Distinti saluti

      Spesso nelle materie geopolitiche ed economiche si tende a parlare di due Italie. Una, quella più ricca e avanzata, è l’Italia del nord. L’altra, più povera e in declino, è l’Italia del sud. Questa divisione geopolitica dell’Italia in due parti, ha favorito nel corso degli anni la nascita di partiti o più semplicemente di movimenti politici legati al territorio. E’ il caso della lega nord padania, ma anche del “grande sud” e del movimento delle autonomie di Lombardo. Le grandi differenze fra diverse regioni territoriali del nostro Paese hanno portato (come conseguenza) l’individuazione, quasi legittima, di ulteriori limiti. Sanità, cucina, bellezze artistiche e naturali. Questi sono solo alcuni degli ultimi argomenti scovati e messi in discussione. Ma fra tutte le mancanze del sud verso il nord e, più raramente, del nord verso il sud, ne emerge una. Quella socio-politica. Che vede la Sicilia e l’intero resto del sud, fanalino di coda. Per dare l’idea della gravità di tale questione, basta prendere in considerazione Santa Margherita di Belìce, il nostro amato, e da tanti odiato, paese.
A Santa Margherita si è sempre nascosto il più grave dei problemi. La mancanza di un dialogo serio ed educativo e di una partecipazione pubblica alle numerosissime questioni che riguardano noi tutti. Pochi giorni fa, proprio da questo blog, il dott. Cacioppo, direttore de l’Araldo, denunciava la mancanza di un dialogo. Dialogo che, proprio qualche mese fa, sembrava essersi fatto vivo in occasione delle elezioni amministrative, ma che dopo pochi giorni dalle votazione è scomparso.
Onestamente, non so di chi è la colpa. Sicuramente, non possiamo attribuirla agli attuali e ai passati politici ed amministratori locali. Forse le maggiori responsabilità sono nostre, cioè dei cittadini. Troppo impegnati nei nostri affari quotidiani, abbiamo dimenticato la collettività e il suo disperato bisogno di confronto, tradendo così la nostra Costituzione, frutto di sacrifici e di duro lavoro.
Negli ultimi anni, a Santa Margherita, è avvenuto, però, qualcosa di veramente positivo. Qualcosa che un anonimo cittadino margheritese ha definito come dei “funghi selvaggi”. Si parla della nascita di numerose associazioni, o più in genere, aggregazioni sociali. Dall’oratorio S. Rosalia all’associazione artistica Sogni d’Oro, passando per Eracle e l’aggregazione Atlantide. Ognuna di esse svolge le proprie attività. C’è chi ha costruito una web radio, c’è chi, invece, ha preferito stampare mensilmente un piccolo giornale, dove trattare varie tematiche. Insomma, si cerca di “stimolare” i margheritesi, che come una persona in coma, non danno più segno di nessuna attività.
Negli ultimi giorni ho, anonimamente, avanzato una proposta che credo possa scatenare una vera e propria “scossa culturale” (e qui mi scuso con gli amici di Sogni d’oro; la mia espressione non è una imitatio, bensì un punto di riferimento) e coinvolgere gli animi dei cittadini . Unendo le forze delle associazioni cittadine da un lato e dei mezzi di comunicazione a nostra disposizione dall’altro (web radio, il movimento stesso, l’araldo…) possiamo creare un vero e proprio evento sismico. Colgo l’occasione per proporre una mia idea inerente a quanto detto precedentemente: un Forum pubblico aperto ai cittadini che, con cadenza mensile, potrebbe riunirsi presso un luogo pubblico (come il teatro S. Alessandro) per trattare temi di valenza locale e nazionale. Liberi professionisti, studenti, professori, politici e quanti altri interessati potranno prenderne parte. Basta un po’ di volontà e di impegno, senza dimenticare che il nostro scopo primario è il bene per il paese. Sarebbe opportuno, da parte di chi ha già familiarità con associazioni o aggregazioni, prendere un’iniziativa al fine di riunire tutti coloro che dal proprio canto manifestano interesse verso tali tematiche… un incontro “ a porte aperte” che porti confronto e dialogo.
Per maggiori info: confrontonuovo@live.it
Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 settembre 2012 in Attualità e Cultura

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: