RSS

Archivio mensile:maggio 2012

Comuni, mancano i Piani di Protezione Civile

      Su quarantadue comuni della provincia di Agrigento, solo 14 possiedono ad oggi un piano di Protezione civile comunale. Sono questi i dati implacabili che delineano l’impreparazione delle nostre realtà locali ad eventi calamitosi di varia natura, sebbene, nei giorni del sisma in Emilia, il pensiero corre inevitabilmente al terremoto. Preoccupazione se si vuole anche fondata, dato che, stando ai dati della Protezione civile nazionale, la nostra provincia è individuata con aree di rischio elevato come Menfi, Santa Margherita Belice e Montevago (le prime due sprovviste del piano di protezione civile comunale), sebbene anche Agrigento sia classificata come zona 2, ovvero con possibilità di terremoti di forte intensità, così come innumerevoli centri della provincia come Aragona, Cammarata, Casteltermini, Montallegro e Sciacca. Una situazione sulla carta potenzialmente peggiore di quella Emiliana alla quale però non siamo sufficentemente preparati. “Da tempo ormai la Protezione civile, il Comando dei vigili del fuoco e la Prefettura hanno espresso la propria preoccupazione ai Comuni – spiega il dirigente provinciale della Protezione civile Maurizio Costa – impegnandoci anche ad offrire formazione e tutti gli strumenti necessari affinché gli amministratori fossero messi in condizione di intervenire in tal senso, sebbene ad oggi si registrino ancora pesantissimi ritardi”.

      E se tra i grandi centri gli unici forniti di un piano di protezione civile sono Sciacca e Licata, Agrigento ha ad oggi uno strumento in fase di redazione, che deve essere votato dal Consiglio comunale. Assenti anche i piani speditivi, la risorsa essenziale per affrontare situazioni di emergenza individuando zone di attesa, funzioni di supporto e compiti, nonostante la Protezione civile abbia inviato delle schede base per agevolare la compilazione. “Nelle prime ore è essenziale capire chi fa cosa – dichiara Costa – e le amministrazioni locali hanno il compito di dare supporto alla Protezione civile. I sindaci dimenticano di rappresentare la prima autorità in questi casi. Stiamo attendendo ad oggi che vengano assolti obblighi come quello di redigere il censimento delle strutture rilevanti, nonostante abbiamo fatto diffide e chiesto alla Regione di agire con forza nei confronti dei sindaci ritardatari”. Eppure, lo Stato consentirebbe di accedere a bandi specifici per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e la Regione, dal canto suo, garantisce finanziamenti anche ai privati per l’adeguamento statico. “Spesso dai Comuni rispondono che la loro azione amministrativa è rallentata dai bisogni economici e sociali del territorio – spiega ancora Costa – ma vorrei chiedere: non sarebbe il caso di pensare alle potenziali vittime?”.

>  fonte: redazione – www.agrigentonotizie.it – 31/05/2012 

 
 

Tag: , , ,

Arte & Dintorni a Menfi

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 maggio 2012 in Associazioni

 

Tag: , , , , , , ,

La Famiglia: il Lavoro e la Festa

VII° Incontro Mondiale delle Famiglie
Milano – dal 30 maggio al 3 Giugno 2012

Le reti RAI manderanno in onda i seguenti servizi:
sabato 2 giugno alle ore 20.30 partirà la diretta su RAI UNO fino alle 22.30 – Il Papa risponderà alle domande delle famiglie. A conclusione i genitori della Beata Chiara Luce Badano e altre famiglie leggeranno una dichiarazione sulla famiglia che sogniamo.

RAI UNO sabato ore 17.00 – A sua Immagine;
RAI DUE sabato ore 10.45 – Sulla via di Damasco:
RAI UNO Domenica ore 9.45 – Santa Messa celebrata da Benedetto XVI

>  fonte: www.diocesiag.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 maggio 2012 in Ecclesia

 

Tag: , , , , , , ,

Cariting 2012: cantieri di carità

Cariting: cantieri di carità
28 maggio – 1 giugno
Seminario Arcivescovile di Agrigento
 
28 maggio
Seminario Arcivescovile – Aula Magna
17.00 Convegno: “Giustizia e Pace si baceranno: la carità come strumento di liberazione
Indirizzi di saluto: Valerio Landri, Direttore Caritas Diocesana Agrigento
Relazioneranno:
don Francesco Soddu, Direttore Caritas Italiana
Mons. Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento
Modererà: Alfonso Cacciatore, giornalista
19.30 Aperitivo con i prodotti di LIBERATerra ed il servizio dei ragazzi del Centro pastorale Diversamente
 
29 maggio
10.00 La Caritas fra i banchi di scuola: laboratori con i bambini delle scuole
 
30 maggio
10.00 La Caritas fra i banchi di scuola: laboratori con i bambini delle scuole
Seminario Arcivescovile
17.00 Laboratori per operatori del terzo settore:
1. Il fenomeno della tratta: a cura di Sr. Valeria Gandini – Suora Comboniana
2. Lotta al Sovraindebitamento: a cura di Alfonso Scanio – Presidente Adiconsum Agrigento
3. Nuovi stili di vita e Consumo critico: a cura di Missio Giovani Agrigento
4. Giovani e volontariato: a cura di  Annalisa Spadaro – AGESCI – Formazione Capi Reg. Sicilia
 
31 maggio
10.00 La Caritas fra i banchi di scuola: laboratori con i bambini delle scuole.
16.00 Parrocchia S. Lorenzo – Monserrato – Agrigento:
Laboratorio: “Sport e diversabilità”: a cura di Giuseppe Sanfilippo
18.00 S. Messa con l’Arcivescovo Mons. Francesco Montenegro
19.30 Spettacolo “Uniamo il mondo con la danza” offerto dal Centro di Riabilitazione Neuropsicomotoria  – Villa San Giuseppe – Ass. Casa Famiglia Rosetta
 
1 giugno
Seminario Arcivescovile – Agrigento
19.00 Proiezione del film: Mare chiuso – di Andrea Segre.
Dibattito moderato da Marilisa Della Monica, giornalista
20.30 Concerto ed aperitivo con i Prodotti di Libera Terra
 
Con il Patrocinio di:
–    Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’integrazione    
–    Caritas Italiana
–    Ufficio X Ambito Territoriale per la Provincia di Agrigento
–    LIBERA. Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie.
–    L’Amico del Popolo
–    Banco di Credito Cooperativo Agrigentino
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 maggio 2012 in Caritas

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’acqua non si vende

 
 

Tag: , ,

Università di Palermo: tutte le Facoltà a numero chiuso

Iscrizioni all’Università, quiz per tutti. Le due ultime facoltà rimaste ad accesso libero – Giurisprudenza ed Agraria – si arrendono al numero chiuso, causa carenza di docenti, e da quest’anno sarà accesso programmato in tutti i corsi di studio del primo livello della formazione. Lo ha deciso l’altro ieri il Nucleo di valutazione dell’Ateneo presieduto dal professor Gaetano Dattolo e il Senato Accademico approverà la scelta nella seduta di lunedì prossimo. Una decisione da taglio e contenimento che riduce i posti a Giurisprudenza. E se erano 1624 gli iscritti nel 2011, nel 2012 saranno124 in meno: 1000 a Palermo, 250 a Trapani e 250 ad Agrigento. Nel 2012 si applicherà dunque il respingimento selettivo in tutto l’Ateneo. La legge del «solo uno su tre» l’anno scorso ha visto 27.000 partecipanti ai quiz e 9.000 posti in palio. Ma va anche detto che fra i 27.000 partecipanti molti si erano iscritti a due o tre corsi di laurea. Posti tagliati non solo per mancanza di docenti, ma anche per razionalizzare l’offerta formativa. Lo spiega il Delegato del rettore alla Didattica, professor Vito Ferro: «Per portare a compimento il percorso di razionalizzazione che ha già ridotto da 172 a 125 i corsi di laurea. Oggi la nostra offerta formativa prevede 125 lauree di vario tipo, sono disponibili 9100 posti per il primo livello della formazione ai quali si aggiungono 800 posti per le lauree magistrali a numero programmato, si stimano 1500-2000 candidati per le lauree ad accesso libero. In definitiva – prevede Vito Ferro – l’ateneo di Palermo iscriverà quest’anno da 11.000 a 12.000 nuovi studenti». Questi i grandi numeri del nuovo ingresso «tutti per concorso» nell’Università di Palermo che blinda le ultime due facoltà. Costretta anche da «limitate risorse della docenza: il calo del numero dei professori in servizio, a seguito dei pensionamenti, ci impone di ridurre il numero dei corsi di studio; operazione che è stata condotta garantendo una adeguata diversificazione e utilizzando le risorse umane disponibili, per innalzare al massimo il numero degli studenti immatricolabili». Sono sei in Italia le facoltà di Giurisprudenza che applicano l’iscrizione per concorso, Calabria, Catanzaro, Pisa, Trento, Roma 3, Catania, e ora la settima – Palermo – con uno sbarramento che mette argine all’eccessivo numero di laureati siciliani.

> Delia Parrinello – 23/05/2012 – www.gds.it

 
 

Tag: , , , , , , ,

Il ventennale di Capaci

Ricorre oggi il ventennale della Strage di Capaci, l’attentato mafioso in cui il 23 maggio del 1992 sull’autostrada restarono uccisi il giudice Giovanne Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Oggi, per Palermo e per l’Italia intera, è il giorno del ricordo. Tante le celebrazioni organizzate. Alle quali parteciperanno oltre 20 mila persone tra cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il presidente del Consiglio Mario Monti e diversi ministri.

 

Tag: , , , , , , , , ,

46^ Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali

Pubblichiamo un estratto del Messaggio di BENEDETTO XVI°

…Desidero condividere con voi alcune riflessioni su un aspetto del processo umano della comunicazione che a volte è dimenticato, pur essendo molto importante, e che oggi appare particolarmente necessario richiamare. Si tratta del rapporto tra silenzio e parola: due momenti della comunicazione che devono equilibrarsi, succedersi e integrarsi per ottenere un autentico dialogo e una profonda vicinanza tra le persone. Quando parola e silenzio si escludono a vicenda, la comunicazione si deteriora, o perché provoca un certo stordimento, o perché, al contrario, crea un clima di freddezza; quando, invece, si integrano reciprocamente, la comunicazione acquista valore e significato.

Il silenzio è parte integrante della comunicazione e senza di esso non esistono parole dense di contenuto. Nel silenzio ascoltiamo e conosciamo meglio noi stessi, nasce e si approfondisce il pensiero, comprendiamo con maggiore chiarezza ciò che desideriamo dire o ciò che ci attendiamo dall’altro, scegliamo come esprimerci. Tacendo si permette all’altra persona di parlare, di esprimere se stessa, e a noi di non rimanere legati, senza un opportuno confronto, soltanto alle nostre parole o alle nostre idee. Si apre così uno spazio di ascolto reciproco e diventa possibile una relazione umana più piena. Nel silenzio, ad esempio, si colgono i momenti più autentici della comunicazione tra coloro che si amano: il gesto, l’espressione del volto, il corpo come segni che manifestano la persona. Nel silenzio parlano la gioia, le preoccupazioni, la sofferenza, che proprio in esso trovano una forma di espressione particolarmente intensa. Dal silenzio, dunque, deriva una comunicazione ancora più esigente, che chiama in causa la sensibilità e quella capacità di ascolto che spesso rivela la misura e la natura dei legami. Là dove i messaggi e l’informazione sono abbondanti, il silenzio diventa essenziale per discernere ciò che è importante da ciò che è inutile o accessorio. Una profonda riflessione ci aiuta a scoprire la relazione esistente tra avvenimenti che a prima vista sembrano slegati tra loro, a valutare, ad analizzare i messaggi; e ciò fa sì che si possano condividere opinioni ponderate e pertinenti, dando vita ad un’autentica conoscenza condivisa. Per questo è necessario creare un ambiente propizio, quasi una sorta di “ecosistema” che sappia equilibrare silenzio, parola, immagini e suoni.

Gran parte della dinamica attuale della comunicazione è orientata da domande alla ricerca di risposte. I motori di ricerca e le reti sociali sono il punto di partenza della comunicazione per molte persone che cercano consigli, suggerimenti, informazioni, risposte. Ai nostri giorni, la Rete sta diventando sempre di più il luogo delle domande e delle risposte; anzi, spesso l’uomo contemporaneo è bombardato da risposte a quesiti che egli non si è mai posto e a bisogni che non avverte. Il silenzio è prezioso per favorire il necessario discernimento tra i tanti stimoli e le tante risposte che riceviamo, proprio per riconoscere e focalizzare le domande veramente importanti. Nel complesso e variegato mondo della comunicazione emerge, comunque, l’attenzione di molti verso le domande ultime dell’esistenza umana: chi sono? che cosa posso sapere? che cosa devo fare? che cosa posso sperare? E’ importante accogliere le persone che formulano questi interrogativi, aprendo la possibilità di un dialogo profondo, fatto di parola, di confronto, ma anche di invito alla riflessione e al silenzio, che, a volte, può essere più eloquente di una risposta affrettata e permette a chi si interroga di scendere nel più profondo di se stesso e aprirsi a quel cammino di risposta che Dio ha iscritto nel cuore dell’uomo.

Questo incessante flusso di domande manifesta, in fondo, l’inquietudine dell’essere umano sempre alla ricerca di verità, piccole o grandi, che diano senso e speranza all’esistenza. L’uomo non può accontentarsi di un semplice e tollerante scambio di scettiche opinioni ed esperienze di vita: tutti siamo cercatori di verità e condividiamo questo profondo anelito, tanto più nel nostro tempo in cui “quando le persone si scambiano informazioni, stanno già condividendo se stesse, la loro visione del mondo, le loro speranze, i loro ideali”.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 maggio 2012 in Ecclesia

 

Tag: , , ,

La Notte dei Musei

Ideata nel 2005 dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, “La Notte europea dei Musei” è un’originale proposta con la quale riscoprire, nella suggestiva atmosfera serale, le sedi museali e il loro patrimonio. L’iniziativa ha ormai un respiro europeo e vede la partecipazione sempre più numerosa di comuni, province e regioni in tutto il vecchio continente ed è patrocinata dall’Unesco e dal Consiglio d’Europa.
Per la prima volta quest’anno l’Arcidiocesi di Agrigento partecipa alla Notte dei Musei. Grazie all’Ufficio Beni Culturali della Curia e dell’Associazione Ecclesia Viva, la notte del 19 maggio si vivrà un grande momento collettivo che coinvolgerà gli spazi espositivi del Museo diocesano di via Duomo.
L’apertura straordinaria sarà effettuata dalle ore 18,00 alle ore 24,00 con ingresso gratuito e la possibilità di visite guidate ogni 45 minuti con ingresso dalla Curia, in via Duomo al civico 96.

A fare da cornice alla serata il giardino del Palazzo Vescovile che sarà aperto ai visitatori ai quali saranno offerte una serie di degustazioni. Il percorso museale offrirà anche una serie di proposte di musica sacra religiosa.

> Carmelo Petroneufficiocomunicazioni@diocesiag.it – Curia Arcivescovile 92100 Agrigento — tel 0922/490029 / fax 0922/24777 / cell. 347/6201731

Ore 19,00 – Facebook: Per lutto nazionale il Ministero Beni Culturali sospende la Notte dei Musei! Il Mudia partecipa al dolore e annulla la serata.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 maggio 2012 in Ecclesia

 

Tag: , , , , , , ,

Leoni Sicani… Go to Lignano!

Cari Tifosi, ci siamo… E’ ufficialmente iniziata la settimana che porterà i Leoni Sicani alle finali del campionato previste sabato e domenica a Lignano Sabbiadoro. E’ cominciato il count down per questo grande appuntamento, dove ogni sogno, a questo punto, può diventare realtà. Otto le squadre partecipanti. A contendersi l’ambito scudetto saranno i Thunder Roma (campioni in carica), gli Sharks Monza, i Coco Loco Padova e i Rangers Bologna. A giocarsi la promozione in serie A1 invece, oltre ai nostri Leoni, ci sono i Blue Devils Genova, il Magic Torino e i Tigers Bolzano.

Questo il programma delle giornate. L’arrivo delle squadre finaliste è previsto per giovedì sera presso il Villaggio Ge.Tur di Lignano Sabbiadoro, l’indomani l’intera giornata sarà dedicata agli allenamenti e ai controlli delle carrozzine prima della cerimonia d’apertura e il successivo sorteggio che decreterà gli accoppiamenti delle semifinali di A2. In serata ci sarà spazio per un’amichevole di lusso tra la Nazionale Italiana allenata da mister Fierravanti e una selezione All Stars, in cui giocheranno gli atleti delle squadre finaliste. Se il sorteggio dirà chi saranno gli avversari del team delle Terre Sicane, per la serie A1, gli incroci sono già stabiliti dall’ordine di arrivo nei rispettivi gironi di qualificazione, infatti i Thunder, primi nel gruppo A, se la vedranno con gli Sharks Monza secondi classificati nel girone B, viceversa i Rangers Bologna classificati davanti agli squali giocheranno contro i Coco Loco, secondi nel gruppo dei romani. Sabato quindi, 19 maggio, cominciano i tanto attesi play off, le semifinali di A2 verranno disputate la mattina, alle 10:00 il primo match e alle 11:30 il secondo, il pomeriggio vanno in scena le partite di A1, ore 15:00 e 17:00. Chi si guadagna l’accesso alla finale di A2, sarà automaticamente promosso nella massima serie, che vedrà due squadre salire di categoria per prendere il posto del Dream Team Milano e Blue Devils Napoli, retrocessi in A2. Domenica, 20 maggio, sarà il giorno delle finali, quelle di A2 sempre al mattino mentre quelle di A1, compresa la finale scudetto, nel pomeriggio, a seguire cerimonia di chiusura con le premiazioni e l’assegnazione del titolo tricolore alla squadra neo vincitrice. La serata si concluderà con una grande festa all’interno del palasport che vedrà il taglio della torta dei Campioni d’Italia. Lunedì si chiudono così le finali del campionato dando il via all’ultimo raduno della Nazionale Italiana prima dell’Europeo di giugno. Fra gli azzurri, anche il capitano dei Leoni Sicani, Giuseppe Sanfilippo, convocato nel ruolo di stick assieme a Ferrazza dei Thunder Roma. 

Saranno giorni di passione, ore di tensione per chi entrerà in quel palazzetto meraviglioso, che mette i brividi come quando entri a San Siro per la prima volta. I Leoni hanno già compiuto qualcosa di straordinario, adesso hanno davanti l’ultimo ostacolo per entrare nell’olimpo del wheelchair hockey italiano.  Ma saranno, anche e soprattutto, esperienze di crescita, di vita, di nuove amicizie tra Fenomeni, che in quel parquet realizzano magie, sfruttando quelle “abilità” che non tutti hanno, poi come sempre, in questi casi, dopo il fischio dell’arbitro sarà Spettacolo, con il cuore in gola e gli occhi lucidi, che vinca lo Sport, quello vero… Tutti i nostri Tifosi potranno seguire le partite in diretta streaming sul sito della Federazione Italiana Wheelchair Hockey, www.fiwh.org, senza dimenticare che sul nostro gruppo facebook “A. S. D. Leoni Sicani – Onlus” vi terremo costantemente aggiornati su tutte le notizie provenienti da Lignano Sabbiadoro. Anche da lontano abbiamo bisogno di sentire il vostro sostegno, il tifo di una Provincia, di un Territorio, di un Popolo, rappresentato degnamente da dei “Leoni” in campo e nella vita.

OGGI PIU’ CHE MAI, SIAMO TUTTI LEONI SICANI!!!! FORZA RAGAZZI…!!!!!!

> Giuseppe Sanfilippo

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 maggio 2012 in Wheelchair Hockey

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,