RSS

Occhi aperti

09 Feb

Apriamo gli occhi, tutti assieme, il più possibile e nella direzione giusta, anche se non è facile con le luci dei riflettori mediatici che restano ostinatamente puntate sugli “spettacoli minori” del mondo, quelli tutti nero raccapriccio di cronaca e lustrini più o meno rosa. Apriamo gli occhi, e facciamoci le domande giuste. A cominciare da quella, enorme, mossa dalla constatazione che il presidente della Cei – all’inizio di questa settimana – ha riproposto all’attenzione di tutti coloro che colgono che troppo non quadra nella “resa dei conti” che va in scena – in questa fase – soprattutto nei confronti della vecchia (e incerta) Europa: la politica appare “debole e sottomessa” al cospetto delle immense speculazioni promosse da “coaguli sovrannazionali potenti e senza scrupoli” e i popoli, quelli poveri e quelli di nuovo impoveriti, pagano un prezzo enorme. Facciamoci le domande giuste e giriamole, come italiani, a chi ci governa, a chi paralizza l’Unione Europea, a chi siede (inutilmente) nel club dei Grandi del mondo. Facciamoci le domande, e facciamoci incalzante opinione pubblica. Perchè non si tassa, una buona volta, la speculazione? Perchè da anni e anni si continua a impedire la “Tobin tax”?

Apriamo gli occhi e chiediamoci: come mai una “crisi” che almeno per tre volte ci è stata raccontata in via di esaurimento, invece, non finisce? Come mai sembra sempre ricominciare? Forse, anzi senza forse, perchè non siamo solo dentro una crisi, ma siamo coinvolti in una vera e propria guerra. Una guerra non dichiarata, ma condotta senza tregua. Una guerra, l’abbiamo già scritto, che non viene combattuta da truppe e armi convenzionali, ma da autentiche “armate” virtuali: miliardi e miliardi di dollari e di euro scatenati contro nazioni, democrazie, gente comune. Apriamo gli occhi. Le guerre non finiscono se non vengono riconosciute e dichiarate il gran male che sono. Ma soprattutto, le guerre non passano da sole, per esaurimento. Bisogna fare la pace. E la pace non è pace senza disarmo e senza giustizia.

> articolo di Marco Tarquinio, tratto dal quotidiano Avvenire del 29/01/2012

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 febbraio 2012 in La grande Crisi

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: