RSS

Archivio mensile:gennaio 2012

Giornata per la Vita 2012

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 gennaio 2012 in Atlantide for Life

 

Tag: , ,

Offerta di lavoro – 1

“MultiAct” – Offresi ad ambosessi la possibilità di avviare e sviluppare attività di vendita di prodotti del settore igiene, cosmetica, profumi, cura del corpo. Si tratta di articoli di alta qualità, garantiti e sicuri. Il lavoro si svolge nell’ambito delle conoscenze personali e consente dei buoni guadagni immediati. L’azienda supporta i collaboratori con mezzi adeguati, anche per consentire una rapida carriera. Per ulteriori informazioni: 346.2188890

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 gennaio 2012 in Lavoro e Opportunità

 

Tag:

Giornata della Memoria

Istituita dal Parlamento italiano nel luglio del 2000 per aderire alla commemorazione del 27 gennaio, in ricordo delle vittime del nazionalsocialismo, del fascismo e dell’Olocausto e in onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati. La data è stata scelta per ricordare lo stesso giorno del 1945, quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono ad Auschwitz, scoprendo il campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. Ogni anno, in moltissimi paesi vengono organizzate commemorazioni al fine di ricordare la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti i gruppi etnici che vennero oppressi e perseguitati. La “memoria” si tramanda di anno in anno, accompagnata dal monito: “mai più”. Determinanti in questo sono e sono stati gli incontri con i testimoni diretti di quell’orrore e degli anni bui.

fonte: www.liquida.it

 

Tag: , , ,

Leoni Sicani: comincia il campionato

Cari Tifosi, ci siamo..! Sabato 28 gennaio inizia ufficialmente il campionato nazionale di hockey su carrozzina dei Leoni Sicani, primo appuntamento in trasferta a Palermo contro le Aquile, proprio come la passata stagione. Oggi però è un’altra storia, la squadra belicina arriva all’appuntamento dopo un anno di rodaggio e con la consapevolezza che può e deve lottare per il primato del girone, avversari permettendo ovviamente. Dopo mesi di allenamenti finalmente si gioca, ma soprattutto si vedrà sul campo, contro degli avversari “veri”, se e dove sono stati fatti dei miglioramenti e su cosa si dovrà ancora lavorare per raggiungere il grande traguardo, che da inizio stagione la squadra si è prefissata, ovvero la qualificazione alle fasi finali di Lignano Sabbiadoro, a metà maggio, lì poi si potrà lottare per la promozione in A1. La formazione allenata da mister Sanfilippo, da questa stagione, potrà contare su Gaetano Collura, 24 anni, di Giuliana, undicesimo atleta dei Leoni Sicani, numero di maglia 46 (come Valentino!), alle prime armi ma con un promettente futuro davanti, che testimonia il fatto (se mai ce ne fosse bisogno), che questa squadra continua a crescere e diventa giorno dopo giorno un punto di riferimento per tutto il nostro territorio.

Vi aspettiamo al Palaoreto di Palermo, via Santa Maria di Gesù, ore 11:00, per la prima giornata di campionato nazionale wheelchair hockey del gruppo D di Serie A2. Per chiunque voglia seguirci in trasferta, ci contatti al 3207075080 o via email leonisicani@libero.it.

> Giuseppe Sanfilippo

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 gennaio 2012 in Wheelchair Hockey

 

Tag: , , , , , ,

Sanità, nuovi ticket in Sicilia

PALERMO. “Il cambiamento delle norme per l’esenzione dal ticket, che ci è stato imposto dal ministero per adeguare la Sicilia al sistema in vigore in tutto il resto d’Italia, provocherà inevitabili disagi all’utenza. E’ necessario che tutti i soggetti coinvolti in questo cambiamento – dalle aziende sanitarie ai medici di famiglia – facciano uno sforzo organizzativo per limitare i disagi e i disservizi agli utenti ai quali, invece, chiedo un supplemento di pazienza e un atteggiamento di collaborazione”. E’ l’appello dell’assessore regionale per la Salute, Massimo Russo, all’indomani dell’entrata in vigore della nuova legge regionale che disciplina l’esenzione dal ticket sulle prestazioni sanitarie, sia farmaceutiche che di specialistica ambulatoriale. L’assessore ha già emanato, la scorsa settimana, una circolare indirizzata ai manager delle aziende con la quale ha dato alcune disposizioni. “Va immediatamente potenziato – scrive Russo – il numero degli operatori addetti alla ricezione delle autocertificazioni, all’interrogazione del sistema informatico e alla stampa dei certificati provvisori di esenzione, prevedendo anche aperture pomeridiane degli appositi sportelli. Bisognerà predisporre punti informativi, utilizzando anche gli Uffici relazioni per il pubblico (Urp), avviare campagne informative utilizzando tutti i canali disponibili e pubblicando sul proprio sito web il foglio informativo che è stato predisposto dall’assessorato”. Per facilitare i cittadini ad adeguarsi alle nuove norme, l’assessorato ha anche autorizzato le Asp a stipulare accordi con i Caf (centri di assistenza fiscale) in modo da rendere più capillare la rete degli sportelli amministrativi. “Per fronteggiare le inevitabili difficoltà burocratiche che si sono verificate anche nelle altre regioni italiane – prosegue Russo – abbiamo previsto una fase transitoria fino al 30 aprile, durante la quale, in attesa del certificato definitivo di esenzione, i soggetti che ritengono di rientrare tra le categorie esentate potranno ricorrere alla autocertificazione apponendo una firma nell’apposito spazio della ricetta all’atto della erogazione della prestazione sanitaria”.
ECCO CHI SARA’ ESENTE DAI TICKET. Gli uffici dell’assessorato regionale alla salute, dopo le prime segnalazioni dei disagi relativi alla nuova normativa sui ticket, ribadiscono che nulla è cambiato per quanto riguarda le esenzioni per patologia e che pertanto chi era esente prima lo sarà anche col nuovo sistema. I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, per verificare le condizioni di esenzione, dovranno consultare l’elenco disponibile sul sistema tessera sanitaria (portale Sogei) o richiedere l’elenco degli esenti all’Asp competente.
Gli assistiti che non sono inseriti negli appositi elenchi, ma che ritengono di possedere i requisiti per beneficiare dell’esenzione, potranno rivolgersi agli uffici distrettuali dell’Asp muniti della propria tessera sanitaria per rendere una autocertificazione e ricevere il relativo tesserino.
Con il nuovo sistema sono esentati dal pagamento del ticket:
–    soggetti di età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (E01);
–    disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (E02);
–    titolari di assegno sociale (ex pensione) e loro familiari a carico (E03);
–    titolari di pensione al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo a 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

> articolo interamento ripreso da www.gds.it

 
 

Tag: , , , ,

Anche gli Studenti in piazza

PALERMO. Oltre ai blocchi stradali del movimento Forza d’Urto, in Sicilia oggi vi è l’annunciata mobilitazione degli studenti, promossa dal Coordinamento spontaneo ed apartitico “Studenti siciliani in lotta” che appoggiano la protesta dei lavoratori di vari comparti produttivi. Gran parte delle scuole siciliane sono state disertate dagli studenti che si sono riversati nelle piazze e nei blocchi stradali del comitato ‘Forza d’urto”. Manifestazioni a Palermo, Catania, Vittoria, in provincia di Ragusa, a Caltanissetta lungo lo scorrimento veloce CL-AG nei pressi dell’Hotel Ventura. In provincia di Agrigento un corteo a Canicattì. Oltre alla mobilitazione di questa mattina, gli studenti del coordinamento dicono di essere pronti ad una protesta ad oltranza, insieme al movimento “Forza d’Urto”. Non escludono le occupazioni delle scuole da lunedì.

A PALERMO. Un centinaio di studenti e giovani dei centri sociali ha aderito al corteo organizzato a Palermo dal coordinamento degli studenti medi, in segno di solidarietà alle proteste degli autrasportatori dell’Aias e degli agricoltori del movimento dei Forconi, al quinto giorno di sciopero in tutta la Sicilia. In testa al corteo, partito dalla Cattedrale, lungo corso Vittorio Emanuele, uno striscione con scritto “Rivolta popolare”, e alcune bandiere con il simbolo della Trinacria. “Gli attacchi di questi giorni al ‘Movimento dei forconi’ sono strumentali – dice Federico Guzzo del coordinamento studenti medi -. Se è vero come qualcuno dice che ci sono dei mafiosi infiltrati, mi chiedo perché non facciano i nomi. Appoggiamo la protesta contro la crisi e la globalizzazione, perché noi la viviamo in prima persona”. Corso Vittorio Emanuele é stato momentaneamente chiuso al traffico. Gli studenti hanno poi raggiunto il porto bloccando l’ingresso per alcune ore.

BRUCIATA LA BANDIERA ITALIANA. Durante il corteo a Palermo del coordinamento studenti Medi e dei Centri sociali un gruppo di ragazzi ha bruciato una bandiera tricolore perché, dicono, “é simbolo dello Stato italiano, che con le sue manovre finanziarie fatte di lacrime e sangue con aumenti esponenziali delle tasse e del caro vita, sta riducendo in miseria la popolazione, facendo arricchire sempre i soliti ‘noti’, casta politica in primis, già ricca di privilegi”.

NEL CATANESE. A Belpasso, in provincia di Catania, manifestazione degli studenti dell’Istituto tecnico industriale “G. Ferraris” e del Liceo Scientifico “Russo Giusti”. Stamani hanno dato la loro solidarietà al ‘Movimento dei Forconi’ con un sit-in con un blocco del Comitato Forza d’Urto, in Via Garofalo. Gli studenti hanno poi incontrato il sindaco Alfio Papale con il quale hanno discusso della protesta, auspicando una sua mediazione per far passare i beni di prima necessità e rappresentare al Governo regionale il loro sostegno all’iniziativa e le ragioni della loro protesta.

> articolo interamente ripreso da www.gds.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 gennaio 2012 in Scuola e Università

 

Tag: , , , ,

Settimana per l’Unità

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 gennaio 2012 in Ecclesia

 

Tag:

Sciopero dei Tir, nuovi disagi in Sicilia

Riportiamo integralmente un articolo pubblicato oggi su www.gds.it >

PALERMO. A causa dello sciopero dei Tir è stato interrotto il traffico automobilistico sulla statale Palermo-Sciacca all’altezza di San Cipirello per un presidio organizzato del Movimento “Forza d’urto” per il blocco dei trasporti organizzato fino a venerdì prossimo. Quaranta mezzi pesanti hanno organizzato il blocco. Il traffico è stato deviato sull’autostrada. Nella zona pattuglie della polizia stradale, dei carabinieri e della guardia di finanza. Ma non è tutto. Nei pressi della Rotonda di via Oreto a Palermo un centinaio di persone e una quarantina di mezzi pesanti hanno rallentanto il traffico. Un copione che si ripete anche nel palermitano: nei pressi del porto e della zona industriale di Termini Imerse e nella statale Palermo-Agrigento nei pressi del bivio per Bolognetta e in quello per Villabate. “Gli automobilisti sono solidali – dice Franco Canderone del Comitato Forza D’Urto – ci dicono di andare avanti e non fermarci. Stiamo portando in piazza il disagio delle famiglie siciliane. Il nostro movimento è spontaneo e non è legato ad alcun partito politico”. La protesta viaggia anche in rete e su Facebook, dove il movimento ha aperto una pagina. “Soltanto ieri abbiamo raggiunto – dice Martino Morsello anche lui del Comitato Forza D’Urto – diecimila contatti, a riprova che la nostra protesta è seguita a livello nazionale”. “Anche in Calabria si stanno organizzando proteste analoghe alla nostra – afferma – Chiediamo risposte precise al governo regionale e un cambio di rotta alla classe politica siciliana”.

A GELA, in provincia di Caltanissetta, sono stati organizzati tre presidi. Non si registrano incidenti. Ieri, quando i dimostranti stavano per raggiungere in corteo piazza municipio, alcuni facinorosi hanno mandato in frantumi la vetrina di una tabaccheria di via Bresmes che non aveva aderito allo sciopero.
Anche nel Catanese si moltiplicano i presidi. Due nuovi ne sono sorti stamane lungo la Strada Statale Catania-Gela, all’altezza del bivio “Iannarello” e nei pressi di Castel di Judica. I nuovi blocchi si vanno ad aggiungere a quelli attuati già da ieri in provincia di Catania: nel piazzale antistante il porto del capoluogo etneo; nella Zona Industriale di Catania, all’altezza della Rotonda della VIII Strada; nei pressi dello svincolo ‘Paesi Etnei’ della Tangenziale; ad Acireale, all’altezza del bivio dell’hotel Horizzonte, lungo la SS 114; nei pressi della frazione Trepunti di Giarre. Al presidio nei pressi dello svincolo “Paesi etnei”, lungo la Tangenziale, poco prima del casello di San Gregorio dell’autostrada Catania-Messina, prendono parte stamane un centinaio di persone e una cinquantina di mezzi pesanti che impediscono il passaggio di camion e tir. “La protesta per noi prosegue bene – ha detto il presidente dell’Aias Giuseppe Richici – e avevamo previsto che sarebbero nati in Sicilia presidi spontanei, dove si stano fermando negozianti ed autotrasportatori”. “Sono stanco – ha concluso Richichi – a causa dell’ipocrisia dei nostri politici. La Sicilia è ferma e nessuno muove un dito, nessuno fa una dichiarazione. Dove sono i politici siciliani, anche per dire che la protesta è giusta, è sbagliata. Perché tutti tacciono? Qual’é il problema? Il problema siamo noi o sono loro?”.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 gennaio 2012 in La grande Crisi

 

Tag: , ,

E ora siamo felici!

per informazioni e assistenza, rivolgersi all’Aggregazione Giovanile Atlantide – tel: 389.1963299
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 gennaio 2012 in Atlantide for Life

 

Tag: , ,

Terremoto nel Belice

14/15 Gennaio 2012: 44° anniversario del terremoto nella Valle del Belice, tra le province di Agrigento, Trapani, Palermo. Nella tragica notte del 15 gennaio 1968, una scossa del 9° grado della scala Mercalli rase al suolo 21 comuni e uccise oltre 400 persone.