RSS

Quanto siamo piccoli

01 Nov

Le sofferenze e la morte arrivano, tante volte, all’improvviso. E in tali momenti prendiamo atto della nostra impotenza per evitare il peggio. Abbiamo bisogno di una tragedia per capire il valore della vita. Abbiamo bisogno dell’incidente di Simoncelli, dell’ictus di Cassano o della scomparsa della nonna di Lucio, per riflettere un po’ su di noi. Abbiamo bisogno di perdere qualcuno per capire quanto questi era importante. Abbiamo bisogno di perdere qualcosa, come l’amicizia, l’amore, la fede,… per scoprire il vuoto che lasciano nel nostro cuore. Ci piace fare i furbi, sentirci più bravi degli altri, non curanti di emozioni e sincerità. Tradiamo la fiducia, seminiamo cattiverie e maldicenze, procuriamo delusione e tristezza. Giochiamo alla guerra, convinti di dimostrare quanto siamo forti. Pensiamo di vincere,… Alla fine, però, ci rendiamo conto della nostra stupidità! Cosa può fare la nostra astuzia dinanzi alla sofferenza o alla morte? Cosa otteniamo comportandoci così? Progetti, programmi, desideri, piani sotterranei, a che servono? Quanto siamo piccoli! E in tutti i sensi.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 novembre 2011 in Vibrazioni

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: