RSS

Educare alla pienezza della Vita

30 Mar

gxv11_1Giorno 5 febbraio 2011, presso il teatro comunale Sant’Alessandro, l’Aggregazione Giovanile Atlantide ha organizzato, con la collaborazione dell’Associazione Scienza & Vita, un incontro tra giovani e come sempre aperto a tutti, al fine di discutere sulla vita dell’uomo e, precisamente, su come essa viene considerata dalla società odierna, analizzandone anche gli aspetti cosiddetti “laici”. Il punto di partenza della discussione è stato però costituito dalla lettura del Messaggio del Consiglio Permanente della Cei, intitolato “Educare alla pienezza della Vita“, in vista della Giornata nazionale per la Vita, svoltasi poi il giorno successivo. Il tema è stato introdotto dal presidente del comitato provinciale Scienza & Vita di Enna, il dott. Claudio Trovato, che ha saputo guidarci nell’approfondimento dei diversi aspetti dell’argomento.

Con nostro grande piacere sono intervenuti il Sindaco di S: Margherita Franco Santoro, l’Arciprete don Filippo Barbera e Maria Vega delle Missionarie di P. Kolbe di Montevago. Anche le loro riflessioni sono state per noi un valido contributo per comprendere sempre di più il grande valore della vita. All’incontro era presente anche una rappresentanza dell’Oratorio S. Rosalia.

gxv11_2Il dibattito ha interessato varie tematiche, ma quella su cui si è maggiormente fermata l’attenzione dei presenti è stata naturalmente la tematica relativa all’educazione. Spunti interessanti sono stati tratti dal Messaggio della Cei. In esso si sottiolinea, ad esempio, come alla base di una crisi dell’educazione vi sia una tale sfiducia nella vita che porta a considerarla come sacrificabile con estrema facilità e quanto, oggi, sia importante tornare ad educare al suo rispetto, in ogni sua forma. La questione è stata poi animata dall’analisi del fenomeno delle leggi attualmente in vigore che legittimano, appunto, pratiche che incidono sulla vita umana: oltre alla legge 194/1978 che autorizza l’aborto, anche le normative sulla “fecondazione medicalmente assistita”, e come si possa riuscire a conciliare il carattere “laico” di uno Stato con il diritto fondamentale della vita umana. Si è osservato che a nessun uomo è permesso di incidere negativamente sulla vita degli altri suoi simili, semplicemente perchè non ne ha il diritto. In ambito cristiano, ciò corrisponde al concetto della paternità di Dio, fonte della vita.

In conclusione, abbiamo affermato l’esigenza di cominciare ad essere di nuovo consapevoli della forza di una educazione orientata al rispetto dell’uomo. E’ stata sottolineata l’importanza di incontri come questo, perchè costituiscono occasioni di approfondimento e confronto tra modi diversi di pensare e che producono un arricchimento interiore. Siamo stati sollecitati a proseguire su questa strada, con lo scopo di promuovere nelle persone una maggiore consapevolezza di sè ed il rispetto imprescindibile di ciascuno.

> Lucio Vetrano

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 marzo 2011 in Atlantide for Life

 

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: