RSS

Archivio mensile:marzo 2011

Educare alla pienezza della Vita

gxv11_1Giorno 5 febbraio 2011, presso il teatro comunale Sant’Alessandro, l’Aggregazione Giovanile Atlantide ha organizzato, con la collaborazione dell’Associazione Scienza & Vita, un incontro tra giovani e come sempre aperto a tutti, al fine di discutere sulla vita dell’uomo e, precisamente, su come essa viene considerata dalla società odierna, analizzandone anche gli aspetti cosiddetti “laici”. Il punto di partenza della discussione è stato però costituito dalla lettura del Messaggio del Consiglio Permanente della Cei, intitolato “Educare alla pienezza della Vita“, in vista della Giornata nazionale per la Vita, svoltasi poi il giorno successivo. Il tema è stato introdotto dal presidente del comitato provinciale Scienza & Vita di Enna, il dott. Claudio Trovato, che ha saputo guidarci nell’approfondimento dei diversi aspetti dell’argomento.

Con nostro grande piacere sono intervenuti il Sindaco di S: Margherita Franco Santoro, l’Arciprete don Filippo Barbera e Maria Vega delle Missionarie di P. Kolbe di Montevago. Anche le loro riflessioni sono state per noi un valido contributo per comprendere sempre di più il grande valore della vita. All’incontro era presente anche una rappresentanza dell’Oratorio S. Rosalia.

gxv11_2Il dibattito ha interessato varie tematiche, ma quella su cui si è maggiormente fermata l’attenzione dei presenti è stata naturalmente la tematica relativa all’educazione. Spunti interessanti sono stati tratti dal Messaggio della Cei. In esso si sottiolinea, ad esempio, come alla base di una crisi dell’educazione vi sia una tale sfiducia nella vita che porta a considerarla come sacrificabile con estrema facilità e quanto, oggi, sia importante tornare ad educare al suo rispetto, in ogni sua forma. La questione è stata poi animata dall’analisi del fenomeno delle leggi attualmente in vigore che legittimano, appunto, pratiche che incidono sulla vita umana: oltre alla legge 194/1978 che autorizza l’aborto, anche le normative sulla “fecondazione medicalmente assistita”, e come si possa riuscire a conciliare il carattere “laico” di uno Stato con il diritto fondamentale della vita umana. Si è osservato che a nessun uomo è permesso di incidere negativamente sulla vita degli altri suoi simili, semplicemente perchè non ne ha il diritto. In ambito cristiano, ciò corrisponde al concetto della paternità di Dio, fonte della vita.

In conclusione, abbiamo affermato l’esigenza di cominciare ad essere di nuovo consapevoli della forza di una educazione orientata al rispetto dell’uomo. E’ stata sottolineata l’importanza di incontri come questo, perchè costituiscono occasioni di approfondimento e confronto tra modi diversi di pensare e che producono un arricchimento interiore. Siamo stati sollecitati a proseguire su questa strada, con lo scopo di promuovere nelle persone una maggiore consapevolezza di sè ed il rispetto imprescindibile di ciascuno.

> Lucio Vetrano

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 marzo 2011 in Atlantide for Life

 

Tag: , , , , , , , , ,

Santa Margherita: definito il progetto di completamento e riconversione del poliambulatorio

E’ stato definito con nota dell’Assessorato Regionale alla Salute del 4 febbraio 2011, il progetto di completamento e riconversione del Distretto Socio Sanitario con Poliambulatorio (DDS) di Santa Margherita di Belìce a Comunità Terapeutica Assistita (CTA). L’importo è stato recuperato e reso disponibile grazie all’intervento dell’amministrazione comunale che, in collaborazione con l’Assessorato Regionale alla Salute, ha rimodulato l’utilizzo delle risorse finanziarie riconvertendo il progetto in CTA.

L’inizio dei lavori relativi a tale struttura risale al 1996. Dopo il completamento di una prima parte dell’opera nel 2006, a seguito delle nuove direttive del Servizio Sanitario Regionale, l’AUSL di Agrigento 1, volendo procedere al completamento dell’opera conformemente alle direttive suddette che non prevedevano più per Santa Margherita di Belìce una struttura sanitaria così articolata, proponeva il cambio di destinazione d’uso da DSS con Poliambulatorio a CTA con 40 posti letto finalmente giungendo all’attuale progetto di completamento e riconversione il cui costo è stato confermato in 2 milioni 339 mila euro circa.

Ad oggi sono state ultimate e collaudate tutte le strutture portanti mentre l’intervento di riconversione si propone il completamento dell’opera con due moduli distinti, uno per il piano terra ed uno per il primo piano, per un totale di 20 posti letto a piano da adibire a Comunità Terapeutica Assistita (CTA). I lavori consistono nel completamento delle opere edili e nella realizzazione di tutti gli impianti necessari per adeguare il complesso alle vigenti disposizioni di legge che regolano tali strutture residenziali di tipo sanitario. Il completamento dell’opera, inoltre, atteso da molti anni dalla comunità locale, potrà essere per Santa Margherita di Belìce occasione di lavoro e di impiego nella struttura di professionalità mediche e paramediche in grado di dare nuovo impulso allo sviluppo del centro belicino.

fonte: www.agrigentocronaca.net

 
 

Tag: , ,

Verso una strategia europea per combattere il crimine organizzato transnazionale

Audizione al Parlamento Europeo nell’ambito della relazione sul crimine organizzato nell’UE (relatrice SONIA ALFANO, commissione parlamentare Libertà, Giustizia e Diritti civili, LIBE)

BRUXELLES, 29-30 MARZO 2011

“Il contrasto al crimine organizzato nell’UE: istituzioni a confronto” – “La minaccia del crimine organizzato transnazionale: dall’esperienza alla proposta” – “Le radici della mafia in Europa: dal riconoscimento del problema al contrasto efficace”

Da Santa Margherita di Belice, presenziano:
ANTONELLA BORSELLINO per l’Associazione Libera, presidio SMB-Montevago
VITO ANTONIO AUGELLO per il Movimento Belice Trasversale
ANTONELLA LOMBARDO per l’Associazione Sottosopra
NICOLA GANCI per l’Aggregazione Giovanile Atlantide
ONORIO DI GIOVANNA per l’Associazione Sogni d’Oro
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 marzo 2011 in Eventi

 

Tag: , , , , ,

Lampedusa: appello alle istituzioni da parte del Consiglio Pastorale Parrocchiale

 A proposito della condizione dei lampedusani e degli immigrati presenti sull’Isola, domenica 20 marzo, il Consiglio Pastorale Parrocchiale ha diramato un comunicato-appello alle Istituzioni che pubblichiamo integralmente di seguito.

 

La situazione venutasi a creare a seguito dell’incontenibile e incalcolabile flusso migratorio continua a rimanere precaria e confusionaria.Continuano gli sbarchi di fratelli migranti, ma non con la stessa velocità con la quale arrivano le risposte alla comunità di Lampedusa ed ai migranti in cerca di speranza. Tace ufficialmente il governo che opera unicamente tramite i suoi organi periferici. Inascoltate, a tutt’oggi, le richieste della popolazione dell’Isola di Lampedusa. Il vescovo di Agrigento ha chiesto accoratamente il rispetto della  dignità  dello straniero, non negando l’accoglienza, ed esortando ad ascoltare la popolazione che vuole continuare a vivere la vita quotidiana e la prospettiva di sviluppo economico tramite il turismo. Nessun effetto hanno avuto le diverse forme di protesta. La popolazione ha bisogno di risposte concrete e di presenze reali. Dopo l’appello del nostro Arcivescovo, confidiamo nella mediazione del Presidente della Repubblica, perché lo Stato, “latitante” nei confronti della popolazione e delle sue legittime richieste, si faccia fattivamente presente.

Siamo non l’ultimo lembo d’Italia, ma la prima porta della nostra Nazione e d’Europa nel mediterraneo. Non è più solo questione di tende precarie! L’arrivo in massa dei migranti deve essere, come evidenziato da mons. Montenegro, al centro di un programma di accoglienza con la creazione di centri spalmati sul territorio italiano, in modo da non gravare solo sull’isola che rischia di trasformarsi in una polveriera. La situazione è diventata insostenibile e lo sarà sempre di più nei giorni a venire. Lo stato di tensione, lo stato di angoscia, la consapevolezza di essere inermi e che possiamo fare poco ci piega ma ancora non ci abbatte. Mentre la situazione igienica è diventata precaria l’assessore regionale si limita a inviare osservatori! Riteniamo, invece, che la popolazione abbia bisogno di risposte concrete nel rispetto dei diritti degli isolani e dei migranti. Non è più il tempo di visite estemporanee e di monitoraggi da parte delle autorità! É fuori tempo voler prevenire quanto ormai inesorabilmente va accadendo. Abbiamo già sull’Isola i rappresentanti delle istituzioni che osservano la situazione e riteniamo la conoscono bene. A nostro avviso l’isola non è più capace di mantenere la presenza di 10.000 persone. Vanno perciò intensificate e accelerate le turnazioni (via mare e con ponte aereo) per il trasferimento dei migranti in strutture altre. Quali scelte per i fratelli migranti che continueranno ad arrivare per prendere il posto di chi lascia l’Isola?

Uomini di governo, la tensione libica non può giustificare il ritardo accumulato! Noi siamo i più vicini alla Libia, più di qualunque cittadino italiano, e certamente più di chi siede su uno scranno di governo. Se le prospettive belliche sono preoccupanti ancora più preoccupante dovrà essere il possibile flusso migratorio che seguirà. Se così fosse Lampedusa verrebbe a trovarsi in un continuo stato d’emergenza.

Signor Presidente della Repubblica, oggi avvertiamo che l’Italia non è unita né unica. Siamo soli! Signor Presidente del Consiglio e signor Ministro della Giustizia, la ricerca della giustizia, alla quale vi appellate, vale anche per noi. Ma qui oggi c’è giustizia? Signor Ministro dell’Interno Lei è anche il nostro Ministro. Crediamo che i Prefetti non possano sostituirLa nelle scelte politiche che a Lei competono. Ci permetta di ricordarle, non l’abbia a male, che Ella è Ministro della Repubblica Italiana e dunque anche di Lampedusa. Signor Ministro della Difesa, noi siamo parte della Sicilia che accoglie postazioni militari per la difesa dell’Italia, aiuti la gente del Nord a far comprendere che l’accoglienza dei migranti e il loro dislocamento nel Paese è necessario al fine di difendere anche Lampedusa che è Italia. Onorevoli siciliani e agrigentini speravamo di vedervi arrivare per darci sostegno e risposte, vi vedremo certamente tra qualche anno!

Carità fa rima con giustizia e verità. I cristiani di Lampedusa non hanno chiuso e non  chiuderanno il cuore e le mani per accogliere il “forestiero”, non chiuderanno però gli occhi per far finta di non vedere. E mentre alziamo la voce per chiedere attenzione esprimiamo la nostra gratitudine alle forze dell’ordine e alle associazioni umanitarie che cercano eroicamente di fare fronte all’emergenza.
Lampedusa, 20 marzo 2011                                           

Consiglio Pastorale Parrocchiale

 
 

Tag: , , , , ,

Progetto “In.s.e.r.i.re”

La Regione Siciliana – Assessorato della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro – nell’ambito del programma operativo “obiettivo convergenza 2007/2013, finanziato dal Fondo sociale europeo, ha avviato una serie di progetti sperimentali per l’inclusione sociale di soggetti in condizione di svantaggio. La Partnership di Sviluppo (PS) del progetto IN.S.E.R.I.RE è costituita da 21 Enti locali, tra cui Santa Margherita di Belice, afferenti ai 4 distretti associati: Ribera capofila, Sciacca, Bivona e Casteltermini, e 18 Enti del Privato sociale, in particolare soggetti con cospicua esperienza nel campo della gestione di servizi e progetti formativi inerenti le priorità sociali prescelte. La PS si prefigge l’obiettivo primario di costituire e rafforzare una Rete, per raccordare più efficacemente le richieste del sistema produttivo con le esigenze di integrazione lavorativa e sociale dei cittadini più deboli e discriminati, nello specifico Disabili e Soggetti giovani in condizione di disagio ed a rischio di devianza.

Per informazioni complete, rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali di ciascun Comune della coalizione oppure visitare il sito www.progettoinserire.it. Scadenza: ore 12:00 del giorno 11 Aprile 2011.

In particolare, per Santa Margherita sono previsti 10 Work Experiences e 4 progetti di Creazione di Impresa.

fonte: www.agrigentoweb.it

 
 

Tag: , , , , ,

Forza Leoni Sicani!

   Non poteva finire in un modo migliore il debutto in casa dei Leoni Sicani. Sabato 12 marzo, infatti, la squadra belicina ha battuto col risultato di 8 a 2 le Aquile di Palermo, consegnando alla storia la prima vittoria nel campionato nazionale di hockey su carrozzina elettrica. Tutto esaurito al Palasport “Leonardo Mollica” di Sambuca per la 2^ giornata del girone D. Ad assistere all’evento anche il Presidente Federale Antonio Spinelli, presente con l’intento di godersi una grande giornata di sport.

I Leoni Sicani ringraziano tutti coloro che sono venuti a fare il tifo, urlando, incitando, dieci ragazzi in carrozzina che in campo si sono dati battaglia, dando spettacolo e facendo vivere una meravigliosa giornata di sport a tutti i presenti.

Prossimo appuntamento, DOMENICA 27 MARZO alle ore 11:00, partita amichevile Leoni Sicani vs Darco Sport Albano Laziale, presso il pallone-tenda di Sciacca, in contrada Perriera, vicino lo stadio comunale.

Non mancate! E FORZA LEONI SICANI!!!

Giuseppe Sanfilippo

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 marzo 2011 in Sport

 

Tag: , , , , , ,

Pippo Monteleone, premiato

   Il poeta Pippo Monteleone è stato premiato al Concorso Nazionale di Poesia “Ugo Foscolo” per il suo componimento “A te Donna”. Il riconoscimento gli è stato conferito dall’Accademia Universitaria di Lettere, Arti e Scienze “Ruggero II di Sicilia” di Palermo. Erano in gara oltre 300 poesie. “Una emozione inaspettata il premio ricevuto, considerando le prestigiose personalità, sia in concorso che al tavolo della giuria”, dice Pippo Monteleone, da un decennio appassionato nella stesura di versi poetici ed impegnato in attività culturali. Monteleone è vice-presidente dell’Associazione culturale “Sicilia Bedda – Terra del Gattopardo”.

A Pippo Monteleone, nostro compaesano, i complimenti di tutti noi e auguri per un brillante proseguo!!!

fonte: giornale di sicilia del 22/03/2011

 
 

Tag: , , , , , , ,