RSS

Archivio mensile:ottobre 2009

C’è un tempo…

1° novembre: Solennità di “Tutti i Santi” – 2 novembre: “Commemorazione dei Defunti”

C’è un tempo per morire ed un altro per vivere.  C’è un tempo per soffrire ed un altro per fare festa.  C’è un tempo per fare ed un altro per capire.  C’è un tempo per dare ed un altro per ricevere. 

 
 

Tag: , ,

Giovani verso Assisi

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 ottobre 2009 in Senza categoria

 

Natura: amica o nemica?

      L’effetto serra, lo scioglimento dei ghiacciai, l’inquinamento, negli ultimi anni hanno stravolto l’equilibrio della natura a tal punto che sembra che si rivolti contro l’uomo. Mentre un ventennio fa un uragano estivo era soltanto un caso episodico, ultimamente l’Italia sta subendo catastrofi dovute alla pioggia e al vento, con conseguenti danni alle persone, alle case ed alle strutture in genere. Per esempio, circa un mese fà, nel paese di Giampilieri in provincia di Messina, a causa di forti piogge, il fango proveniente da una montagna ha distrutto le case sottostanti provocando decine di morti, in quanto non erano stati fatti i dovuti controlli geolocigi e usati gli opportuni materiali di costruzione.
      Leggendo la notizia di Giampilieri, viene da chiedersi se lo stato sarebbe dovuto intervenire in tempo utile per prevenire tale dramma. Infatti, già altri episodi analoghi in altre regioni, avevano dimostrato la necessità di non costruire edifici vicino montagne o zone pericolose, anche perchè il disboscamento eccessivo e l’edilizia selvaggia cambiano l’assetto del terreno e lo rendono vulnerabile agli agenti atmosferici.
      Ma poichè ci saranno altri casi simili, purtroppo, passata l’onda del pathos dove tutti si docono dispiaciuti e promettono aiuti, cosa cambierà? Cosa succederà? Allora, chi governa, chi ha il potere di intervenire, si deve attivare per far sì che la natura sia rispettata, facendola così apparire sempre amica e mai pericolosa.
 
>   Lucio Vetrano
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 ottobre 2009 in Attualità e Cultura

 

Tag: , ,

In Tv,… e poi?

      A Santa Margherita di Belice arriva la Rai per trasmettere in diretta "Mezzogiorno in Famiglia", la trasmissione televisiva in onda su Rai2 che consiste in una competizione tra due comuni italiani; in questo caso S. Margherita contro Ariccia. La piazza si trasforma. Per questo evento nascono attività di pulizia, piante,… e la piazza si rifà il look, un’ottima immagine!
      I giovani che hanno partecipato, sia dalla piazza che dallo studio televisivo, hanno dato il massimo vincendo quasi tutti i giochi; peccato, però, che alla fine l’ultimo gioco che personalmente mi sembrava semplice si è rivelato portatore di vittoria per Ariccia. Niente da rimproverare, comunque, ai nostri ragazzi: in questi casi gioca l’emozione. Bravi, ragazzi!
      Adesso, però, che i riflettori si sono spenti, continuerà la nostra Piazza Matteotti ad essere bella? Ma, ci voleva la Rai per dare un pò di lustro al nostro paese e richiamare così tanti giovani in piazza? Io mi auguro che non rimanga un’iniziativa isolata, ma che ce ne siano tante altre per tenere uniti questi giovani che spesso si ritrovano in un paese "buio" e senza punti di riferimento per un legittimo divertimento.
      Speriamo nel ripescaggio della nostra squadra per avere di nuovo i riflettori accesi in piazza? Ma, nel frattempo, cosa si può fare per i giovani?
>   ENZA  LI  VOTI
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 ottobre 2009 in Senza categoria

 

Chi ha paura di Halloween?

Ogni anno stessa storia. Già a metà ottobre zucche e cadaverini fosforescenti invadono le vetrine e siccome non c’è bambino a cui non piaccia avvertire giù per la schiena un brivido di paura, ci sono anche tante famiglie in cui si ripropone il solito dilemma: Halloween sì, Halloween no? Festa sì, festa no? Maschera sì, maschera no?. In questi anni il mercato ha dettato legge, come accade peraltro in decine di altri casi, introducendo in Italia rituali altrimenti sconosciuti. “Scherzetto o dolcetto?” non è più una domanda isolata, ma un coro che risuona per ore la sera di ogni 31 ottobre. E sono molti i genitori che si chiedono se il festival del macabro che Halloween si porta in dote non sia in contrasto con l’educazione che tentano di dare ai propri figli.

Alcuni settori del mondo cattolico da tempo tuonano contro la “festa dell’ignoranza e della superstizione” e si dicono preoccupati per la “finestra aperta per mentalità e influssi occulti nella vita delle persone”… e solecitano i cattolici a “non aderire in nessun modo” ai festeggiamenti di Halloween.

Il punto è che esiste il rischio reale che zucche e fantasmi facciano passare inosservate le due feste religiose che arrivano subito dopo, Tutti i Santi (a cui, peraltro, Halloween si ispira!) e la Commemorazione dei Defunti. Sarebbe ingiusto – oltre che inutile – scaricare però tutte le responsabilità su Halloween: quanti genitori cattolici portano i bambini al cimitero il 2 novembre con un fiore per i defunti? E’ paradossale, ma siamo tutti così refrattari a parlare di morte ai nostri figli (“poveretti, si impressionano”) che quando qualcun altro lo fa al posto nostro per venderci scheletri di plastica e teschi luminosi, anzichè recitare il mea culpa ne rimaniamo scandalizzati. Fortunatamente, in questo campo non esistono dogmi! Ogni famiglia, forte delle sue risorse, si organizza in proprio, anche se serpeggia in tutte l’idea che Halloween è un corpo estraneo e sarebbe meglio evitare di assecondare l’onda lunga delle balordaggini. Parlarne in famiglia è essenziale e può destare anche un giudizio critico nei confronti dell’eccessivo consumismo legato ad Halloween come peraltro ad altre feste, anche cristiane.

>  Paola Abiuso

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 ottobre 2009 in Attualità e Cultura

 

Tag: , ,

Vorrei Per Te

UN GRADINO,
quanti ne passano sotto i nostri piedi?
Abbiamo mai pensato ad
UN GRADINO?
Forse noi no, ma tu sì
come una scritta:
“qui non puoi entrare”
Può far male
UN GRADINO?
A noi no, ma a te sì.
Un gigante di cemento
alto,
troppo alto.
Ieri sono andata
e ho buttato giù quello
di casa mia
quando ho visto spegnersi
lì davanti
il tuo sorriso, le tue speranze
e ho pensato
quante cose ci sono dietro
UN GRADINO.

MONICA FUMUSA
3° Premio Concorso “Vorrei Per Te”
Castelvetrano 2005
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 ottobre 2009 in Attualità e Cultura

 

Tag:

Sagra del Ficodindia a S. Margherita

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 ottobre 2009 in Senza categoria